Nicchi sul Var in B: “In questo momento non è fattibile”

Nicchi sul Var in B: “In questo momento non è fattibile”

eadv

Il Covid19, pone ostacoli anche all’introduzione del Var, in serie cadetta ormai imprescindibile per poter chiarire situazioni delicate, che possono spostare l’equilibrio di un match.

Ne sa qualcosa la Reggina che se avesse potuto già usufruire del Video Assistant Referee  – epidemia permettendo – così come tutti gli altri club, avrebbe forse raccolto ben più di quello che la classifica, sta certificando.

CALCIO: IL VAR ANCHE IN SERIE B

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, non si è fatta attendere la replica del Presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, sulla decisione della Lega B di introdurre questa tecnologia già dal girone di ritorno.

LA SINTESI DELLE DICHIARAZIONI

Ad oggi, non esiste – ha detto Nicchi. Io non ho parlato con il Presidente Balata e credo che quantomeno dovremmo essere consultati, visto che chi opera la Var sono gli arbitri.

Non solo, il Presidente federale Gabriele Gravina mi ha confermato di non essere al corrente della cosa ed è la Federazione a dover approvare una decisione di tale importanza.

IN PARTICOLARE

Il numero uno dell’Aia, ha così precisato:

In un momento così delicato per il Paese, con una pandemia che ha ripreso forza e con dei provvedimenti molto seri appena presi dal governo, è impossibile annunciare l’introduzione della Var che prevede tra l’altro un percorso di formazione specifico.

Figuriamoci se non sarei felice di poter introdurre la tecnologia, ma a ora non ci sono le condizioni. 

La serie B, dovrà attendere tempi migliori per essere all’avanguardia, con i tempi ed il calcio di oggi.