Mutuo: la nuova opportunità si chiama surroga

Mutuo: la nuova opportunità si chiama surroga

Nella vita spesso si parte con determinate condizioni di partenza e poi, cammin facendo, se ne incontrano altre. Perché non solo l’essere umano ma l’essenza dell’esistenza stessa è fatta di mutamenti, è inserita in un processo di costante evoluzione. Non a caso il detto recita “chi si ferma è perduto”. L’operazione di surroga del mutuo si inserisce in questo contesto: permette di trasferire un mutuo da un istituto bancario a un altro. Online è possibile trovare e confrontare offerte per surrogare il mutuo: perché la tecnologia permette di risparmiare tempo e contemporaneamente di ottenere un gran numero informazioni; per poter trovare soluzioni perfette per le proprie esigenze semplicemente disponendo di un dispositivo mobile, come un cellulare. Anche per la gestione del mutuo.

Surroga mutuo: come funziona?

Era il 2007 quando entrava in vigore la Legge n.40, conosciuta anche come Bersani a definire l’operazione di surroga del mutuo, attraverso la quale è possibile sostituire il contratto di mutuo con uno nuovo presso un altro istituto di credito che presenta condizioni più favorevoli; il tutto senza dover cancellare la vecchia ipoteca e quindi evitando di doverne sottoscrivere una nuova: l’ipoteca viene semplicemente trasferita. Gli altri elementi che vengono rinegoziati sono:

  • Durata del mutuo.
  • Importo della rata.
  • Tassi d’interesse.
  • Si tratta di una delle componenti del tasso d’interesse, esattamente il margine di guadagno che ottiene l’istituto di credito.

L’operazione di surroga viene fatta per legge in tempi brevi: deve concludersi entro 30 giorni rispetto alla data in cui viene approvata la richiesta. Può essere fatta più volte anche per il medesimo mutuo (la legge non presenta limitazioni) e sia nel caso di prima come di seconda casa.

Contempla tutti i tipi di mutuo compresi INPDAP e INPS (dove le funzioni dell’INPDAP oggi risultano trasferite all’INPS), ovvero di quei mutui sostenuti dai dipendenti pubblici: un finanziamento massimo di 300.000 euro finalizzato all’acquisto della prima casa attualmente ottenibile inviando la richiesta attraverso una modalità telematica. La surroga a mutuo INPDAP permette ai dipendenti pubblici di passare da un istituto creditizio tradizionale al servizio svolto dall’INPS, il quale solitamente presenta condizioni più vantaggiose soprattutto per quanto riguarda il piano di ammortamento e gli interessi. Online è possibile fare una comparazione (ma anche l’intera pratica) anche per quanto riguarda questo tipo specifico di surroga.

Quali elementi valutare

Prima di cambiare idea e di accettare nuove condizioni per il proprio mutuo è bene porre attenzione ad alcuni fattori. In primo luogo lo spread, il quale è importante che sia basso (e quindi più vantaggioso per il mutuatario). Uno sguardo va dato anche al TAEG applicato, ovvero il reale tasso di interesse, comprensivo di spese aggiuntive. Infine può essere conveniente sottoscrivere un’assicurazione vita; richiesta da diversi istituti bancari per molteplici pratiche di finanziamento mutuo incluso può essere uno strumento di tutela anche per il mutuatario.

I documenti necessari per la stipula della surroga

I documenti indispensabili da avere pronti per la pratica di surroga del mutuo sono:

  • Dati anagrafici del mutuatario.
  • Copia del documento d’identità.
  • Codice fiscale.
  • Copia autentica del vecchio atto di mutuo.
  • La nota sull’iscrizione ipotecaria.
  • L’ammontare esatto del debito residuo.
  • Dati della nuova banca.

Sia nel caso che decidiate di sottoscrivere la surroga mutuo online che in presenza sarà bene avere questi documenti a portata di mano.

Quali sono i vantaggi

La surroga del mutuo è un sistema che permette a chi si trova ad avere un mutuo oneroso condizioni più vantaggiose rispetto a quelle negoziate inizialmente. È favorevole in modo particolare per chi ha un mutuo giovane e con una rata consistente da pagare. I vantaggi sostanzialmente sono:

  • La surroga mutuo è a costo zero per il mutuatario, che può cambiare istituto di credito senza sostenere costi aggiuntivi.
  • Soluzione flessibile.
  • Permette di avere accesso a mutui con condizioni più favorevoli.
  • A volte nella vita si desidera cambiare idea, almeno parzialmente; la surroga lo permette.
  • Una soluzione ridefinibile nel tempo.
  • Risparmio di denaro.
  • Tempi brevi.

 

I vantaggi sono maggiori qualora si optasse per farla attraverso il web: le offerte che si possono trovare online presentano prezzi più bassi e richiedono meno tempo; inoltre permettono di fare tutto da casa o da qualsiasi altro luogo, evitando di doversi recare di persona presso gli istituti bancari.

Quando non conviene

La surroga è un’opzione interessante ma, come tutte le cose, non sempre è conveniente. Questo si dimostra esatto nel caso in cui si sia arrivati vicini alla meta e quindi all’estinzione del mutuo, con una rata che presenta ormai un costo più facilmente sostenibile, con un’incidenza prevalente della quota capitale

Tags prestito
Category Attualità, Italia