Coronavirus, un’altra scellerata corsa verso il Sud

Coronavirus, un’altra scellerata corsa verso il Sud

Per il secondo week end di fila bisogna purtroppo registrare la fuga dalle zone del Nord Italia verso il Sud. I treni dalla stazione Centrale di Milano sono stati presi d’assalto da molte persone che si trovavano al Nord e che hanno deciso, in barba alle regole di scappare verso le zone del Sud, tra cui la Calabria.

Corsa scellerata verso il Sud

Un decisione scellerata e idiota quella presa da tutte le persone che non vogliono ancora una volta comprendere le disposizioni del Governo per combattere il Coronavirus. Era giá successo la scorsa settimana quando alcune migliaia di persone avevano deciso di scappare ad “infettare” i propri parenti che risiedono al Sud. Per quanto riguarda la Regione Calabria, lo stesso Presidente della Regione aveva parlato di: CORONAVIRUS IN CALABRIA, 80 PULMANN ARRIVATI DAL NORD.

Ed ancora una volta ci troviamo a dover scrivere di treni presi d’assalto. Con l’assenza di voli da Malpensa, Linate e Orio al serio, in centinaia si sono affrettati ieri sera 13 marzo a prendere i treni diretti a Siracusa, Palermo e Lecce. 

Sono caduti invano gli appelli arrivati da tutti gli organi istituzionali di rimanere a casa. Silvio Brusaferro dell’Istituto superiore di sanità (Iss) aveva lanciato l’allarme ieri mentre si fornivano i dati della situazione generale in Italia in merito al Coronavirus. ”E’ verosimile aspettarci casi in questo weekend in parte come effetto dei comportamenti assunti lo scorso fine settimana. – ha proseguito Brusaferro – L’incubazione è tra 4 e 7 giorni”.

CORONAVIRUS IN CALABRIA, SONO 37 I CASI POSITIVI

Bloccare i treni

Dopo le varie misure prese, a lanciare l’allarme é il presonale delle Ferrovie Italiane che lamentano la mancanza di sicurezza sanitaria. Come dichiarato a Repubblica a Milano,  «la gente è disposta a viaggiare tutta la notte con persone sconosciute, nella promiscuità obbligata degli spazi di un vagone letto, cioè tre posti, e delle cuccette da quattro posti». 

Intanto molti di questi viaggiatori si troveranno spiacevoli sorprese una volta arrivati alle Stazioni di destinazione. Ad aspettarli le Forze dell’Ordine che avranno il compito di appurare i motivi di tale “viaggio”.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.