Reggina, ecco chi è il nuovo idolo amaranto Jérémy Ménez

Reggina, ecco chi è il nuovo idolo amaranto Jérémy Ménez

“Houdini, così ribattezzato per la facilità con cui nasconde la palla agli avversari”. Così la Reggina presenta nel comunicato ufficiale Jérémy Ménez, il colpo grosso (e probabilmente non l’unico) piazzato dal presidente Luca Gallo e dal suo staff.

Il profilo di Ménez al servizio della Reggina per tre anni

Come anticipato, il calciatore francese nato a Longjumeau il 7 maggio 1987, ha firmato un contratto triennale con la Reggina. “A nove anni – evidenzia ancora la società – inizia il suo percorso nel settore giovanile del Sochaux, che lo porterà all’esordio tra i grandi il 7 agosto del 2004 (1-0 in casa contro l’Ajaccio). È il calciatore più giovane ad aver siglato un contratto professionistico in Ligue 1 e ad aver realizzato una tripletta (diciassette anni e otto mesi).

Nell’estate del 2006 si consuma il suo passaggio al Monaco, vero trampolino di lancio per un attaccante per cui si sprecavano i paragoni. Jérémy Ménez è semplicemente Jérémy Ménez e due anni più tardi il campionato italiano accoglie uno degli astronascenti del calcio europeo”. E qui le capacità del giocatore si esaltano. Disputa tre stagioni con la Roma per un totale di 114 incontri e di 12 goal realizzati divenendo il re degli assist: ben 22. Poi torna ad impressionare nella sua Francia.

Reggina e la stella Ménez insieme dopo una carriera gloriosa del francese

Il nuovo corso ‘vincente’ del Paris Saint-Germain – sottolinea la Reggina – parte dall’acquisto di una serie di stelle, tra cui, per l’appunto, Ménez. All’ombra della Tour Eiffel riesce a fare ancora meglio, gonfiando la rete in diciannove occasioni e fornendo 39 passaggi decisivi. La stagione migliore dal punto di vista realizzativo è la prima al Milan.

Tra l’estate del 2014 e la primavera del 2015 Houdini è capace di iscrivere il proprio nome al tabellino dei marcatori per ben 16 volte, stazionando, per qualche settimana, in vetta alla classifica capocannonieri”. La sua carriera si sviluppa in seguito con Bordeaux, Antalyaspor, Club América e Paris FC. Adesso è della Reggina “e a lui – conclude la società – va un caloroso benvenuto da parte di tutta la famiglia amaranto.