Reggina: Torna il calcio giocato a Terni per svoltare

Reggina: Torna il calcio giocato a Terni per svoltare

Chiusa la parentesi del mercato invernale, si torna a parlare di calcio giocato. D’ora in poi ci vorranno sacrifici ed impegno continuo, per risalire la china. A Terni, la Reggina dovrà dimostrare con i fatti, di aver invertito la rotta. La stagione della squadra dello Stretto, entra in una fase delicata, con partite dove con grinta e lavoro, si dovranno raccogliere punti importanti in ottica salvezza. Lo farà con la guida tecnica di Roberto Stellone, al suo esordio ufficiale su quella panchina che, lo ha già visto come calciatore indossare la casacca amaranto. È un allenatore molto preciso scrupoloso nel suo fare. In una interessante intervista del 2016 il tecnico, ha spiegato lo studio che precede la partita ed il modo di intendere il calcio.

Il lavoro settimanale e lo schieramento

Iniziamo a studiare gli avversari – ha detto Stellone – sin dal martedì con dei video proiettati, mentre il giovedì nel test, spiego le caratteristiche della squadra che andremo ad affrontare… Lo schieramento spesso dipende dall’avversario da affrontare, dai giocatori che ho a disposizione e da quelli contro cui dovrò giocare, quindi non c’è uno schieramento fisso.

Sul reparto difensivo

Pur con il possibile variare del modulo in corso d’opera, nel suo schieramento c’è quasi sempre una difesa a 4. Il tecnico, afferma di privilegiare quella mista, in occasione dei corner avversari, che comprende sia la difesa a zona che quella a uomo.

Faccio sempre – ha precisato – un allenamento situazionale. In fase difensiva, cerco di creare situazioni che ritroveremo in partita…

Sul modulo e la costruzione del sistema di gioco

Il modulo dipende dai giocatori a disposizione – ha spiegato il mister – però in linea di massima mi piace giocare con le due ali classiche.

Il tecnico, quindi, potrebbe prendere in considerazione Aimone, così come Ejjaki. Secondo quanto fatto intendere di recente, avrebbe in mente anche il rilancio di Menez e Faty. Spetterà a lui valutarne le condizioni e capire l’adattamento alla sua visione di gioco, per gestirli al meglio.

Non a caso il Ds Massimo Taibi – ha lavorato centrando gli obiettivi di mercato che gli sono stati chiesti – nella recente conferenza stampa, trasmessa dai canali ufficiali del club, ha toccato il tema dei due francesi.

taibi

Menez, ha detto il Ds amaranto, è a disposizione del tecnico che, è libero di fare le sue scelte e farlo giocare o meno…Faty ha avuto un grave infortunio, si stava allenando bene…Vedremo che intenzioni avrà Stellone.

Secondo indiscrezioni e voci di corridoio, al Liberati  di Terni, la compagine guidata dal tecnico romano – le restrizioni epidemiologiche hanno blindato in Sant’Agata – si potrebbe presentare con i nuovi acquisti di mercato Giraudo e Lombardo, con Aya e Folorunsho candidati ad una maglia da titolare, insieme a Kupisz che, potrebbe andare a destra.  Il  tecnico, dovrebbe anche valutare le condizioni fisiche di Rivas e Stravropoulos, già assenti a Monza. Tutte da scoprire quindi le sue decisioni in merito ai protagonisti della gara e non solo, visto che si dovrebbe iniziare a vedere il tanto atteso svilupparsi gioco sulle fasce, a beneficio della fase offensiva. Il reparto di competenza, è al momento poco prolifico, con appena 16 centri all’attivo.

A tal proposito, così si è espresso Taibi:

Abbiamo voluto potenziare le fasce per servire meglio i nostri attaccanti e inserito un calciatore per giocare tra le linee.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.