Nove contagi da Coronavirus a Cosenza, una famiglia positiva

Nove contagi da Coronavirus a Cosenza, una famiglia positiva

Nove le persone positive al Coronavirus a Cosenza. La notizia é stata data nella giornata di ieri dal sindaco Mario Occhiuti. Si tratta dei familiari della bimba di quattro anni portata l’altro giorno per essere sottoposta ad un intervento alle tonsille e che era risultata affetta da coronavirus.

NUOVO CASO DI CORONAVIRUS IN CALABRIA: FAMIGLIA IN QUARANTENA OBBLIGATORIA

Contagi Coronavirus a Cosenza

Sono nove e tutti appartenenti alla stessa famiglia i casi positivi al Coronavirus di Cosenza. di origine africana. Lo ha comunicato il sindaco Mario Occhiuto. Sono tutti familiari della bimba di quattro anni portata l’altro giorno per essere sottoposta ad un intervento alle tonsille che è invece risultata affetta da coronavirus.

I contagiati, di origine africana, sono tutti asintomatici e ristretti in isolamento domiciliare. Nelle prossime ore saranno eseguiti altri tamponi dal team dell’Asp di Cosenza diretto da Mario Marino.

Tutto è nato dalla positività riscontrata nella bambina di 4 anni. Nei giorni scorsi, infatti, la piccola doveva effettuare un piccolo intervento chirurgico all’Ospedale dell’Annunziata. Prima del ricovero, è stata sottoposta al tampone che ha scoperto la sua positività. Mandata a casa, la famiglia è stata invitata a rimanere in quarantena mandata a casa in attesa dei tamponi su tutta la famiglia.

Ed invece?

Contrariamente a quanto prevede il protocollo sanitario e all’invito dei sanitari, la famiglia ha agito diversamente. Infatti, i genitori hanno deciso di fare alla piccola un test pungidito. Dopo la negatività riscontrata da questo test, la famiglia si è comportata normalmente senza rispettare le regole anti contagio.

Allertata dalla struttura che aveva effettuato il tampone pre-ricovero, la task force dell’Asp di Cosenza è entrata in azione. E’ stata messa in modo la macchina organizzativa per ricostruire la catena dei contatti.

I genitori, ieri mattina, alla vista dei medici dell’Asp, hanno protestato, rifiutandosi di fare i tamponi. Si è reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine e ore di discussione per convincere la famiglia a fare i test.

In attesa dei risultati, la bambina e i congiunti sono stati messi in quarantena. L’esito dei tamponi ha confermato quanto si temeva: 9 i casi positivi.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.