’Ndrangheta nel cosentino, 17 arresti nella Sibaritide

’Ndrangheta nel cosentino, 17 arresti nella Sibaritide

Diciassette arresti nella Sibaritide. Lo dimostra l’ultimo colpo inflitto stamane alla ndrangheta dalla Dda di Catanzaro, diretta da Nicola Gratteri. La polizia di Stato ha infatti arrestato, in esecuzione di un’ordinanza firmata dal gip distrettuale di Catanzaro, Paola Ciriaco, 17 persone residenti a:

  • Cassano
  • San Lorenzo del Vallo
  • Spezzano Albanese
  • Paestum.

REGGIO CALABRIA, NUMEROSI ARRESTI TRA PELLARO E REGGIO

Aziende e produzioni agricole così come il trasporto verso il settentrione d’Italia della frutta prodotta nella rigogliosa piana che da Cassano si estende fino a Corigliano Rossano, erano sotto il diretto controllo della cosca Forastefano da tempo federata con quella degli Abbruzzese.

Le indagini, condotte dalla squadra mobile di Cosenza, guidata dal vicequestore Fabio Catalano e dal Servizio centrale operativo della polizia, sono state dirette dal procuratore Nicola Gratteri, dall’aggiunto Vincenzo Capomolla e dal pm antimafia Alessandro Riello. Magistrati e investigatori hanno ricostruito le estorsioni compiute in danno di una grande azienda  che gestiva una imponente azienda agricola nella Piana di Sibari.