Uisp Reggio Calabria, cresce l’attesa per il campionato di calcio a 11

Uisp Reggio Calabria, cresce l’attesa per il campionato di calcio a 11

uisp

Il campionato di calcio a 11 Uisp 2010-2011 sta cominciando a prendere forma. Dopo la prima edizione che ha riscosso tanto gradimento, la Lega calcio Uisp di Reggio Calabria ha aperto le iscrizioni in vista della nuova stagione sportiva. Qualche conferma è arrivata da parte delle società partecipanti al campionato scorso, ma soprattutto diverse sono le adesioni delle società che stanno nascendo su impulso dei tanti calciatori che vivono il gioco del calcio solo per divertirsi e confrontarsi con altri amici, cercando chiaramente di vincere sempre, ma non facendone un dramma se si perde o si pareggia. Questo, in sintesi, l’obiettivo di questo torneo considerato “libero” in quanto non prevede nessun limite di età.

“Otto le società che hanno già perfezionato l’iscrizione e che non vedono l’ora di misurarsi con gli avversari. Tuttavia, – dichiara il presidente della Lega calcio Uisp Giusepper Marra – contiamo di arrivare a 10 squadre per dare a tutti gli appassionati, la possibilità di condividere a lungo la passione per questo bellissimo gioco.” Per la vincitrice della prima edizione, il Real Motta, che ha anche rappresentato il comitato reggino alle finali nazionali di Chianciano Terme, non sarà facile confermarsi vista l’alta concorrenza delle altre compagini.

Alla conclusione del campionato si disputeranno le fasi provinciali per l’accesso alle finali regionali, mentre la vincitrice andrà direttamente a vivere la speciale esperienza delle finali nazionali. La chiusura delle iscrizioni è fissata al 15 ottobre mentre il campionato inizierà giorno 31.

Una delle peculiarità di questo torneo, che in poco tempo ha ottenuto commenti positivi da parte degli addetti ai lavori riguarda la presenza dei cambi liberi durante la partita. Infatti, il mister di ogni squadra può sostituire un giocatore presente in campo con un altro della panchina previo permesso del direttore di gara, ed a gioco fermo. In tal modo si ha la possibilità per tutte le persone iscritte in distinta di poter scendere in campo concependo il calcio, prima di tutto come divertimento. Inoltre, le partite vedono la presenza della terna arbitrale.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!