Lazzaro-Bocale 0-2

di Francesco Legato

LAZZARO: Morabito 5,5; Lamberti 6; Falcomatà 6, Musicò 6,5; Maviglia 5; Veltre 6,5 (dal 41°pt Neri 5, Criaco 5,5; Luvarà 5,5; Latella 6, Mandatari 6 (dal 34° st Assumma sv)

BOCALE:
Leonardi 6,5; Diano 6,5 (dal 45°st Gattuso sv); Fortugno 6, De Stefano 6; Leonardis 6,5; Croce 6,5; Cangeri 7 (dal 16°st Mathiot 6); Pangallo 7,5; Putortì 6; Saviano 6,5; Chilà 6.

ARBITRO: De Luca di Paola voto 6
MARCATORI: 13°pt Diano, 45°pt Saviano

LAZZARO – Pubblico delle grande occasioni, semplici appassionati, tifosi locali e un rumorosissimo gruppo di ultrà ospiti. I biancorossi perdono il derby al cospetto di un più ordinato Bocale. Non è stata una bella partita, determinata da due errori difensivi, ha registrato i continui lanci lunghi del Lazzaro, metre il Bocale è apparso più cinico e con giocatori come Pangallo e Cangeri nettamente superiori. Gli ospiti hanno fatto vedere qualcosa solo finché è rimasto in campo Veltre, uscito per infortunio, e  l’ossigeno ha illuminato Mandalari, solo nel primo tempo. Infatti, al 6° è Mandalari a provare a sorprendere dalla distanza Leonardi, ma l’ex compagno è attento. Al 13° gli ospiti vanno in vantaggio grazie ad un dormita della difesa locale che consente alla sfera calciata da Saviano, su calcio di punizione, di attraversare lentamente tutta l’area di rigore per finire nei piedi di Diano che, anche se sorpreso per tanta grazia, non ha problemi ad insaccare da due passi. Al 22° Cangeri dribbla il suo marcatore sulla fascia sinistra e scarica su Chilà che mette però fuori. Al 25° Falcomatà lancia lungo per Latella che sorprende il portiere e tira in porta ma sulla linea c’è Leonardis che evita il pari. Al 35° ci prova Veltre ma il suo tiro è parato da Leonardi. Al 45° il raddoppio del Bocale: Putortitì serve con un lancio millimetrico Saviano al quale va il merito di averci provato dalla distanza, mentre all’estremo difensore locale la colpa di non aver coperto bene lo specchio della porta. La ripresa comincia subito con i locali in attacco. Al 1° ci prova Latella ma il suo tiro non provoca alcun risultato. Al 10° angolo battuto da Mandalari, Alampi incrocia bene di testa ma mette di poco fuori. Al 14° il sempre pericoloso Saviano ci prova al volo su assist di Putortì, la mira è pessima ma gli applausi del numeroso e chiassoso gruppo ultrà ospite sono tutti per lui. Al 22° Neri porta a spasso la difesa ospiti ma perde l’attimo giusto per calciare in porta. Al 34° corner battuto da Mandalari, testa di Musicò e Leonardi si supera per evitare la rete. Al 39° Latella verticalizza per Musico che, appena entrato in area, cade a terra facendo scoppiare le proteste locali per il mancato calcio di rigore assegnato. Nei minuti finale l’occasione per accorciare le distanze capita a Falcomatà ma Leonardi è in giornata di grazia e spegne ogni possibile entusiasmo locale.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!