Fichi secchi

Fichi secchi

eadv

di Francesca Tripodi Pulite i fichi (non trattati) aiutandovi con un panno in fibra naturale.  Scegliete i frutti sani, maturi e sodi. Tagliateli a metà nel senso della lunghezza; disponeteli su una tavola di legno (se avete la possibilità, usate dei graticci di canna) con la parte interna rivolta verso l’alto. Coprite con un velo per evitare che insetti o altri animaletti si poggino sui frutti ed esponete al sole. Fate attenzione che i fichi nel corso della giornata non rimangano all’ombra. Al tramonto ritirate i frutti in casa con tutta la tavola di legno per evitare che l’umidità della notte li faccia marcire. Ripetete queste operazioni nei giorni successivi finchè i fichi non saranno ben secchi e ogni tanto girateli. Non si può dire con  precisione quanto tempo occorra, dipende dalla quantità di sole e se il luogo è ventilato: possiamo stimare una settimana circa. Una volta essiccati, i fichi possono essere farciti in diversi modi: utilizzando un trito di noci, canditi di arancio e miele oppure potrete farcirli utilizzando delle mandorle tostate, un pizzico di cannella e buccia di mandarino o, ancora, in maniera più semplice dei gherigli di noce. Dopo aver riempito i fichi, questi devono essere infilzati  in stuzzicadenti lunghi di legno o bastoncini di canna, (c.d. “conocchie”), dopodiché potete procedere alla cottura in forno: 20-30 minuti a temperatura moderata finchè saranno dorati. I fichi possono essere essiccati anche interi se si preferisce. In tal caso potete infornarli sfusi oppure infilzarli con uno spago e creare una sorta di collana. I fichi così preparati si conservano a lungo, vale a dire per diversi mesi, chiusi in un vaso o dentro sacchetti di tela, riposti in luogo asciutto.

Ingredienti:

1 kg di fichi

per farcire: noci, arancio candito e miele

oppure: mandorle tostate, buccia di mandarino e cannella

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!