Riflessioni sulla partita di domenica alle 12.30

Riflessioni sulla partita di domenica alle 12.30

Ormai si  “mastica”solo calcio, si parte dal lunedi’ con i posticipi di serie B e serie A e si finisce la domenica sera. Il problema piu’ grande e piu’ grave- ci dice il cappellano della Reggina Calcio – don Giovanni Zampaglione, è L’anticipo alle 12.30 di una partita di calcio.

Nel giorno più solenne, la domenica, in cui si va a messa, si sta insieme, genitori e figli, parenti e amici, a tavola, si pensa invece a mettersi comodamente davanti agli, schermi gia’ dalle 12.30 oppure si va allo stadio. Tutto questo, e mi piace a questo proposito, riprendere una frase di mons Mazza, e’ una vera e propria “invasione di campo”.

Bisogna  che tutti capiamo che il mondo ha bisogno di valori autentici e che tutti siamo chiamati a trasmettere questi valori. Mi domando e rivolgo questa domanda ai ” potenti” e non solo del mondo calcistico: Se tocchiamo anche la domenica , dove arriveremo come societa?

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!