Reggio Calabria, presentazione “Corrispondenze dal Sud Italia”

Reggio Calabria, presentazione “Corrispondenze dal Sud Italia”

10 agosto – Marina di Gioiosa Jonica (RC)

11 agosto – Bovalino (RC)

Esce, per la Città del Sole Edizioni, l’inedito di Mario La Cava, Corrispondenze dal Sud Italia, raccolta di scritti giornalistici che ricoprono l’arco di tempo dal 1953 al 1956. Il volume è stato curato da Gaetano Briguglio, critico letterario scomparso proprio alcuni mesi fa dopo aver completato l’ultimo suo lavoro dedicato all’amico La Cava, ed esce anche grazie alla collaborazione del figlio dello scrittore, Rocco La Cava, che ha messo a disposizione i preziosi documenti del padre. «… anche l’articolo relegato in un recondito giornalino di provincia – dice Briguglio, riferendosi alla vasta produzione dello scrittore bovalinese – può nascondere tra le sue pieghe considerazioni profonde sul mondo che ci circonda e sul tempo che stiamo attraversando». Siamo nel vivo della questione meridionale e La Cava intende «dimostrare all’intero paese che i meridionali non sono soltanto braccia da lavoro, buone per tutti gli usi, in tempo di pace e di guerra, ma anche delle teste pensanti che, se impiegate in modo adeguato, possono contribuire a migliorare le condizioni di vita e di incivilimento non solo delle loro terre, ma anche, come in parte stanno già facendo, dell’intera nazione».

La Cava è il fine intellettuale che si forma fuori dalla sua regione, intreccia intensi rapporti e amicizie con noti scrittori della sua epoca, ma sceglie di rimanere in Calabria, nella sua piccola Bovalino, dalla quale ogni tanto va via per recarsi nei centri nevralgici della cultura italiana. Era solito dire che l’unico modo di stare al sud è pensare di lasciarlo. Una prospettiva inedita, e obliqua, che consente allo scrittore il doppio punto di vista di chi vive in una terra di fatto povera ed emarginata e di chi può comunque allontanarsi da essa. Il La Cava che emerge da questi scritti è un intellettuale colto che ama citare illustri personaggi storici e grandi artisti del passato, senza perdere di vista lo scopo dei suoi interventi, che è quello di descrivere il panorama culturale nei vari centri del meridione, laddove accosta artisti più o meno famosi ad «onesti funzionari del sapere: direttori di biblioteche, sovrintendenti museali, direttori d’archivio e altri che con l’oscuro e quotidiano lavoro contribuiscono a rendere presentabile la conoscenza del territorio». La Cava ci fornisce una miniera incredibile di informazioni: ogni nome evoca un mondo da scoprire. Rivive in queste pagine la presenza di uno spirito appassionato, semplice e malinconico, una mente saggia che indica la via della conoscenza attraverso innumerevoli esempi di rettitudine morale e professionale. Nella sezione “Divergenze” è stata poi inserita la polemica che lo vide tra il 1945-1946 contrapporsi a Montale sul carattere dei meridionali. Nella nota del curatore vengono svelati i retroscena della querelle.

In occasione dell’uscita del libro sono previsti due incontri nell’arco della prossima settimana: martedì 10 agosto 2010, alle ore 21.15, presso il lido Blue Dahlia di Marina di Gioiosa Jonica. La serata, organizzata da I Presidi del Libro-Locride in omaggio a Gaetano Briguglio e alla sua ultima fatica, verrà introdotta da Francesco Macrì, presidente de i Presìdi del Libro-Locride e da Franco Arcidiaco, editore de la Città del Sole. Parteciperanno: Matteo Cosenza, direttore de Il Quotidiano della Calabria e Giuseppe Italiano, letterato. L’incontro sarà moderato da Tommaso Labate, de Il Riformista.

Mercoledì 11 Agosto 2010 alle ore 21,30 al Caffè Letterario “Mario La Cava” presso la Villa Comunale di Bovalino il secondo appuntamento, cui interverranno Cristina Briguglio, docente di Lettere, Annarosa Macrì, giornalista Rai, Pasquino Crupi, critico letterario, e Francesco Tassone, direttore “Quaderni del Sud”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!