Reggio Calabria, le dodici piastrelle “In memoria di chi ha lottato contro la mafia”

L’assessore alle Politiche giovanili della Provincia Attilio Tucci entusiasta su un’iniziativa “unica per la Calabria e che consolida le attività portate avanti dal Museo della ‘ndrangheta dove sono parte attiva molti giovani del territorio”.Queste le sue parole:

“E’ importante che i nostri ragazzi sappiano e non dimentichino la nostra storia, le nostre tradizioni perché riappropriandoci di quel passato possiamo costruire un futuro migliore – afferma Tucci – Per la prima volta in Calabria, si attuerà con la tecnica delle pietre dell’inciampo un’opera di ricostruzione della memoria dedicata ai giovani e non solo, per ricordare le persone che hanno lottato contro la ‘ndrangheta sacrificando la propria vita. Aggiungiamo un altro importante tassello a quel piano di lavoro messo in campo dalla Provincia che, quotidianamente, lavora per portare avanti il progetto di “musealità diffusa” per commemorare tutti quegli eventi storici che hanno segnato la vita di un popolo”.

Memoria è quindi, la parola chiave “per il contrasto culturale alla ‘ndrangheta” ma anche l’elemento dominante per “ricostruire dal passato un percorso nuovo dove a predominare sia la giustizia, il bene comune, la legalità”.

Le mattonelle in bronzo sono state create dallo scultore Fabio Butera e saranno installate sul lungomare Falcomatà.

La prima è stata posizionata vicino all’infopoint nei pressi della stazione Lido.

L’assessore Tucci  ha precisato che questo “è un progetto portato avanti sino ad oggi dell’Arcipelago della Memoria e che vede la Provincia capofila in sintonia con gli enti di Messina e Vibo Valentia con il Museo della ‘ndrangheta ente attuatore”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!