Montebello Jonico (Rc), si è discusso anche della centrale a carbone

di Francesco Iriti

Sono stati approvati tutti i cinque punti messi all’ordine del giorno durante il civico consesso tenutosi nei locali di via Portovegno di Montebello Jonico.

In apertura di seduta il consigliere di maggioranza Benedetto ha annunciato di aver costituito in seno al consiglio il gruppo autonomo dell’Udc insieme ai colleghi Spizzica e Pedà. Una decisione già anticipata nei mesi scorsi su CO presa in stretta relazione a quanto sta succedendo a livello nazionale al partito di Casini.

Un altro dei temi trattati ha riguardato l’interrogazione del capogruppo all’opposizione Giuseppe Cuzzucoli sulla questione della centrale a carbone. Cuzzucoli, in particolare, chiedeva lumi sulla paventata nomina della commissione interuniversitaria che deve valutarne l’impatto ambientale.

Mentre a Melito Porto Salvo, i responsabili della Sei nello stesso momento incontravano gli amministratori locali per avanzare le modifiche architettoniche al progetto, a distanza di alcuni chilometri il sindaco Antonio Guarna rispondeva che non c’erano novità e che si è in attesa di una nuova riunione dei sindaci per la firma del protocollo d’intesa.

Subito dopo sono stati discussi i punti all’ordine del giorno. Il consiglio comunale ha da prima rettificato un errore materiale di una precedente delibera sull’adesione del comune all’associazione dei comuni “Area dello Stretto” (punto 1). Successivamente è stata ratificata una variazione di urgenza ad una propria delibera per consentire la registrazione di un contributo regionale destinato alla pulizia delle spiagge. Il terzo punto ha riguardato la verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio che è stata approvata.

E’ stato il responsabile del settore economico /finanziario Giuseppe Ceravolo ha relazionare in merito evidenziando che  sia le previsioni di entrata che quelle di spesa saranno rispettate.

I consiglieri di minoranza Nisi, Suraci e  Foti non  si sono mostrati molto convinti circa le modalità di riscossione relative al servizio idrico integrato, in quanto i cittadini devono pagare soltanto il consumo effettuato. Laconica la risposta dell’assessore al bilancio Carmelo Romeo che ha sottolineato come l’ente sia impossibilitato ad effettuare una lettura dei contatori. Parere favorevole anche da parte del revisore dei conti Stefano Poeta. Dopo aver approvato un debito fuori bilancio, la riunione, che ha registrato l’assenza dei consiglieri Tripodi e Spizzica per la maggioranza e Zaccuri per la minoranza, si è conclusa con l’approvazione della modifica del regolamento comunale per la definizione agevolata dei tributi.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!