Isola Capo Rizzuto (Kr), il Presidente Scopelliti con il ministro Roberto Maroni sulla criminalità organizzata

presidente ad isola capo rizzuto

Un grande appuntamento di legalità organizzato in Calabria ad Isola Capo Rizzuto, alla presenza del Ministro dell’Interno, Roberto Maroni al quale ha preso parte anche il Presidente della Giunta Regionale, Giuseppe Scopelliti.

L’evento, organizzato dall’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati, dal titolo “Garantire la legalità: un impegno per tutti”, ha registrato, inoltre, la presenza del Capo della Polizia, Antonio Manganelli, del Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso, di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, di Sergio Chiamparino, Presidente Nazionale Anci e di Mario Moncone, Direttore dell’Agenzia Nazionale Beni Confiscati.

La tavola rotonda, secondo quanto riferisce una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta Regionale, si è svolta in un luogo simbolo del contrasto alla criminalità organizzata e all’azione di recupero dei beni confiscati, su un terreno appartenuto in passato ad una famiglia della criminalità organizzata locale.

Nel corso del pomeriggio, si è tenuta una tavola rotonda sul tema “verso un codice delle leggi antimafia”, durante il quale il Presidente della Giunta Regionale della Calabria, Giuseppe Scopelliti ha ribadito il ruolo centrale degli enti locali per l’affermazione di una piena legalità. “Rincorriamo un sogno – ha affermato il Presidente Scopelliti – quello di far rinascere una Calabria migliore. Il problema della criminalità organizzata rappresenta una grande piaga per la nostra Regione, sono convinto però che la battaglia si possa vincere, dimostrando con i fatti cosa siamo in grado di realizzare. La politica in questo caso può fare molto, dobbiamo lavorare in sinergia facendo squadra, evitando i troppi localismi che per anni hanno diviso la Calabria. Sulla sfida dei beni confiscati,  ritengo che si debba dare maggiore sostegno ai Sindaci, soprattutto dei piccoli comuni, per far eseguire in tempi più brevi i passaggi dalla confisca all’assegnazione. In questo caso l’Anci e il Ministero degli Interni, possono svolgere un ruolo di formazione per questi amministratori. Come Regione Calabria – ha concluso Scopelliti – ci impegneremo affinchè ogni azione possibile di nostra competenza, possa servire per vincere la battaglia contro la criminalità, offrendo una buona amministrazione e la massima trasparenza”. m.v.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!