Tumore al seno: A Girifalco screening gratuiti grazie alla Breast Unit

Tumore al seno: A Girifalco screening gratuiti grazie alla Breast Unit

Gli screening fanno parte della cosiddetta prevenzione. Uno dei principali obiettivi è quello di  diagnosticare la malattia oncologica il più precocemente possibile.

La diagnosi precoce, ha quindi lo scopo di individuare le malattie nelle fasi iniziali, grazie ad esami clinici consigliati per età e sesso.

A tal proposito, ormai da molti anni, sono attivi programmi di prevenzione  organizzati da Regioni, Province e Comuni in tutta Italia. Anche il comune di Girifalco, in collaborazione con la Breast Unit di Catanzaro ha organizzato uno screening senologico gratuito.

Il dottor Salvatore Veltri si impegnerà così a venire, nuovamente, a Girifalco per effettuare nuove visite senologiche.

Le attività di screening, come quella svoltasi sabato 5 novembre, rientrano nelle iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Pietrantonio Cristofaro, su input del vicesindaco con delega alla Sanità, Alessia Burdino.

Per l’occasione la locale amministrazione comunale ha quindi creato un’agenda con un’immagine del paese illuminata di rosa, il colore simbolo della prevenzione contro il tumore al seno; all’interno dell’agenda è stata inserita la dedica di una paziente girifalcese del dott. Veltri a testimonianza di buona sanità, amore e determinazione; di chi esercita il lavoro medico ma, anche, di chi, con tenacia e forza, affronta la malattia.

“A questa “guerriera” va il nostro grazie: il suo messaggio vuole essere un incoraggiamento alle tante persone che lottano contro le patologie tumorali.

Grazie al dott. Salvatore Veltri, alla Breast Unit di Catanzaro e all’operatrice socio sanitaria Illuminata Ferraina per il prezioso lavoro svolto.

Un ringraziamento particolare va, anche, a Domenico Olivadese che, a titolo gratuito, ha elaborato la grafica dell’agenda e della locandina, agli operai del Comune e a Jessica Bruno per il materiale offerto.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.