Coronavirus in Calabria, bollettino Regione 11 Settembre. I casi

Coronavirus in Calabria, bollettino Regione 11 Settembre. I casi

Otto nuovi casi di Coronavirus sono stati registrati oggi in Calabria. In totale sono stati effettuati fino a oggi 170074 tamponi.
Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.683 , quelle negative sono 168.391.

Dall’ultima rilevazione, 2740 sono le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale.

CORONAVIRUS IN CALABRIA, BOLLETTINO REGIONE 10 SETTEMBRE

I casi per Provincia

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

  • Catanzaro: 13 in reparto; 27 in isolamento domiciliare; 186 guariti; 33 deceduti.
  • Cosenza: 10 in reparto; 3 in terapia intensiva; 84 in isolamento domiciliare; 460 guariti; 34 deceduti.
  • Reggio Calabria: 4 in reparto; 88 in isolamento domiciliare; 297 guariti; 19 deceduti.
  • Crotone: 1 in reparto; 20 in isolamento domiciliare; 116 guariti; 6 deceduti.
  • Vibo Valentia: 6 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti.
  • Altra Regione o Stato Estero: 186 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione).

Nello specifico

I ricoverati del setting “Fuori regione” (8) e dei migranti (1) sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza.
Complessivamente i ricoveri presso l’Ospedale di Catanzaro sono 13 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti.

I ricoverati presso l’AO di Cosenza sono dieci, di questi tre sono “non residenti”, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting “fuori regione”.

I migranti gestiti dell’ASP di Cosenza sono 53 e nel bollettino sono inseriti nel setting “Altra Regione o Stato Estero”.
Sempre a Cosenza oggi si registrano 4 casi: 3 da contact tracing e uno da rientro.

A Reggio Calabria si registrano due nuovi casi riconducibili al focolaio di Oppido.
Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi.