Elezioni Melito Porto Salvo, Una Cittá da Cambiare interviene

Elezioni Melito Porto Salvo, Una Cittá da Cambiare interviene

Il Direttivo di #UnaCittàdaCambiare a Melito Porto Salvo ha voluto chiarire la propria posizione in vista delle prossime elezioni comunali del prossimo 20-21 settembre che porteranno i cittadini melitesi alle urne.

ELEZIONI MELITO PORTO SALVO, ENZO RUSSO INDICA LE RAGIONI DEL SUO NO

Di seguito il comunicato che riportiamo integralmente:

Il Direttivo di #UnaCittàdaCambiare, dopo un confronto con l’assemblea del movimento, si è riunito per analizzare le recenti notizie di stampa.  sulle vicende che stanno caratterizzando, certamente non in senso positivo, la preparazione della competizione elettorale del prossimo 20-21 settembre e per definire il percorso che il Movimento intende perseguire.

una cittá da cambiare

Il Movimento aveva messo a disposizione il progetto che intende portare avanti e che è sostanzialmente basato su quattro pilastri:

  • formazione di una nuova classe dirigente in grado di risollevare le sorti del paese;
  • consolidamento dell’associazione dei Comuni dell’Area Grecanica finalizzata alla realizzazione di strumenti comuni per l’erogazione dei servizi ai cittadini di qualità ed economicamente sostenibili;
  • creazione di un ufficio specializzato per guidare la progettualità ed il reperimento delle fonti di finanziamento indispensabili per l’erogazione dei servizi fondamentali e per la realizzazione delle opere pubbliche prioritarie nello stato di dissesto in cui si trova il bilancio comunale;
  • riorganizzazione della macchina comunale affinché sia strumento trasparente di sviluppo per la cittadinanza.

Un progetto finalizzato a costruire una città più solidale, più libera, più ricca economicamente e culturalmente, finalmente e nuovamente con un ruolo importante per tutta l’Area Grecanica.

Pur riconoscendo il fallimento del tavolo che era stato promosso per allargare ad una partecipazione più ampia il progetto, il Direttivo respinge con fermezza le notizie di stampa che attribuiscono tale fallimento alla sollevazione di veti sulla partecipazione alla lista di specifiche persone “sgradite” essendo stato invece posto, come unica condizione, l’onorabilità e la competenza dei candidati funzionali esclusivamente alla realizzazione di un progetto condiviso e senza alcun interesse o tornaconto personale. Sorprende non poco che l’atto di generosità del Movimento e della sua candidata sindaca di fare un passo di lato per permettere un accordo più ampio a beneficio della città sia stato interpretato come una sconfitta di #UnaCittàdaCambiare.

Infine, pur riconoscendo all’attuale gestione commissariale competenza ed efficacia nella sua azione, il Direttivo ritiene che rimandare l’appuntamento elettorale sarebbe una sconfitta per la democrazia e per la città.

Per tali motivi il Direttivo non accetta come scelta aprioristica l’astensione dalla competizione elettorale e ritiene che sia indispensabile, pur nelle innegabili difficoltà emerse e nelle more dei tempi ristrettissimi, continuare nel tentativo di costituire una lista competitiva ribadendo la disponibilità ad accogliere e condividere contributi esterni che si riconoscano nel progetto e lo arricchiscano.

Per dare seguito a tale proposito il Direttivo:

  • delega Nina Iaria a coordinare le attività necessarie alla definizione della lista, alla sua presentazione ed al consolidamento del Programma;
  • ribadisce che nessun altro, se non esplicitamente delegato da Nina Iaria, rappresenterà il Movimento in qualsiasi sede ed in qualsivoglia discussione e/o accordo.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.