Buoni pasto Motta San Giovanni, pubblicati avvisi ditribuzione

Buoni pasto Motta San Giovanni, pubblicati avvisi ditribuzione

Sono stati pubblicati gli avvisi necessari per la distibuzione dei buoni pasto a Motta San Giovanni a favore delle famiglie più bisognose del territorio.

CORONAVIRUS CALABRIA, PROROGATA CHIUSURA PER MONTEBELLO E MELITO. E NON SOLO

Buoni pasto Motta San Giovanni, le novità

Addetti comunali stanno già contattando le farmacie, le parafarmacie e le attività commerciali che potrebbero essere interessate. Lo stanno facendo sollecitando a compilare e presentare nel più breve tempo possibile la documentazione necessaria per sottoscrivere il “Patto di solidarietà”.

Il primo avviso, infatti, è rivolto ai titolari delle attività commerciali affinché manifestino la disponibilità a vendere generi alimentari e prodotti di prima necessità accettando i buoni spesa che saranno riconosciuti ai cittadini mottesi. Il valore dei buoni spesa sarà successivamente rimborsato dal Comune alle attività commerciali dopo l’emissione di apposita fattura elettronica.

Le attività commerciali, le farmacie e le parafarmacie potranno applicare uno sconto sui prodotti acquistati mediante i buoni spesa. L’elenco della attività commerciali che aderiranno e sottoscriveranno il Patto di solidarietà sarà pubblicato sul sito internet del Comune.

Il secondo avviso è rivolto ai nuclei familiari che versano in condizioni socio-economiche disagiate anche in seguito all’emergenza Coronavirus.

Le richieste

Nella nota diramata dal comune, è stato specificato anche chi potrà beneficiare dei buoni pasto.

Possono chiedere i buoni spesa i nuclei familiari, composti anche da una singola persona, residenti nel Comune di Motta San Giovanni con condizione reddituale lorda riferita all’anno 2019 inferiore o uguale a euro 15mila.

Inoltre, possono fare richiesta di buono spesa anche i soggetti che a seguito dell’emergenza Coronavirus dal primo gennaio 2020 si trovano in uno stato di disoccupazione o inoccupazione da attività lavorativa (autonoma o subordinata) a condizione che il nucleo familiare di appartenenza non percepisca redditi di qualsiasi natura superiori a 15mila euro lordi annui.

Le richieste vanno presentate preferibilmente tramite email (sindaco@comunemottasg.it; protocollo@pec.comunemottasg.it). E solo in alternativa brevi manu, utilizzando l’apposito modello che può essere scaricato dal sito internet www.comunemottasg.it o ritirato presso gli uffici comunali, entro le ore 12.00 di mercoledì 8 aprile.

Scaduti i termini e verificata la documentazione presentata, saranno riconosciuti e quantificati i buoni spesa dando priorità ai nuclei familiari che non godono di altri sostegni economici pubblici. L’ammontare dei singoli buoni spesa sarà stabilito in base al numero dei destinatari, proporzionato alle risorse disponibili, con eventuali maggiorazioni in casi particolari.