Tag "detti calabresi"

Parole Dialettali Calabresi, nuovi significati

Ennesimo appuntamento con la nostra rubrica sullw Parole Dialettali Calabresi. Ogni settimana sette parole dialettali con una piccola spiegazione del loro significato. Naturalmente ogni consiglio, suggerimento e spiegazione su questa

Parole Dialettali Calabresi, appuntamento con il calcio

Ed ecco l’ennesimo appuntamento con la nostra rubrica Parole Dialettali Calabresi. Naturalmente ogni consiglio, suggerimento e spiegazione su questa rubrica è sempre ben accetto. Le parole di questa settimana non

Rubrica Parole in Dialetto calabrese, quinto appuntamento

Quinto appuntamento con la rubrica Parole in Dialetto calabrese di Ivano Verduci. Sette parole dialettali con una piccola spiegazione del loro significato. Naturalmente ogni consiglio, suggerimento e spiegazione su questa

Parole Dialettali Calabresi, rubrica al quarto appuntamento

Ennesimo appuntamento con la nostra rubrica di Parole Dialettali Calabresi di Ivano Verduci. Ogni settimana sette parole dialettali con una piccola spiegazione del loro significato. Naturalmente ogni consiglio, suggerimento e spiegazione su

Rubrica Parole Dialettali Calabresi, terzo appuntamento

Terzo appuntamento con la nostra rubrica Parole Dialettali Calabresi con Ivano Verduci. Ogni settimana sette parole dialettali con una piccola spiegazione del loro significato. Naturalmente ogni consiglio, suggerimento e spiegazione su

Parole Dialettali Calabresi, il significato

Inizia la nostra rubrica di Parole Dialettali Calabresi curata da Ivano Verduci. Ogni settimana Ivano ci fornirà sette parole dialettali con una piccola spiegazione del loro significato. Naturalmente ogni consiglio,

Detti calabresi: Cu davanti ti lliscia d’arretu ti pìscia!

di Vittorio Savoia – ( Chi davanti ti liscia, alle spalle ti critica!) (Pessimum inimicorum genus, laudantes! – Pessima genia di nemici, gli adulatori!)

Detti Calabresi: Vucca amara non poti sputari duci!

di Vittorio Savoia –  Bocca amara non può sputare dolce! ( mala gallina, malumu ovum! – Gallina cattiva, uovo cattivo!) (Lel in ore, fel in corde! – Miele in bocca,

Detti calabresi: ‘A cardàra gugghj e ‘u porcu è ‘a muntagna!

di Vittorio Savoia La caldaia bolle ed il porco è alla montagna. Non bisogna mai fare le cose affrettate e con largo anticipo, così come non bisogna vendere la pelle

Detti calabresi: ‘A cosa rigalata, veni cara pagata!

di Vittorio Savoia La cosa regalata, viene cara pagata. Alcuni regali, anzicchè arrecarci gioia, ci danno fastidio, perchè, obbligandoci a contraccambiare, c’inducono a spendere più di quanto avremmo pagato noi