Reggina: Il non facile compito di Mimmo Toscano

Reggina: Il non facile compito di Mimmo Toscano

Il primo compito da assolvere, sarà quello di mettere al sicuro il campionato della Reggina e poi guardare all’evolversi degli eventi. Ad affiancarlo nell’ impresa, saranno il vice allenatore Michele Napoli, il preparatore atletico Andrea Nocera,  preparatore dei portieri, Maurizio Guido, Carmine Alessandria, match analyst, Alessio Torino per il recupero da infortuni ed Antonio Liuzzo, in qualità di collaboratore dell’allenatore dei portieri. Già concentrato sui prossimi impegni, il neo tecnico amaranto, dovrà anche capire come strutturare la sua squadra sotto l’aspetto tattico. Il calendario riserva già tre match impegnativi che, potranno incidere sui futuri orientamenti del club dello Stretto, in chiave mercato. Prima di riceve il Brescia al Granillo il 26 dicembre e chiudere l’anno mercoledì 29 il quel di Monza – inizio del girone di ritorno – Galabinov e compagni, dovranno affrontare il temibilissimo Como. Una gara tradizionalmente ostica, che nei dieci precedenti ufficiali disputati in Lombardia, ha visto la compagine amaranto vincere in una sola occasione nel 2002, quando al Sinigaglia l’undici di Franco Colomba si impose per 1-2 grazie alla doppietta di Dionigi. Poi, cinque pareggi e quattro sconfitte.

Problemi da risolvere

La trasferta in terra comasca, nasconde parecchie insidie ed in quest’ottica il tecnico reggino, nel provare a far riemergere fiducia e compattezza ad un gruppo che è certamente superiore all’attuale situazione, dovrà pensare a scelte oculate. È quindi molto probabile che l’atteggiamento iniziale a prescindere dal modulo, sarà improntato alla prudenza. Il reparto difensivo, sarà chiamato a recuperare la solidità perduta, dopo Cosenza. La linea difensiva degli amaranto, era la migliore difesa della serie B, con appena nove reti al passivo, passati poi a 23. Tra le lacune da colmare, anche la capacità realizzativa del reparto avanzato. Nelle ultime sette gare, solo tre i gol all’attivo, firmate da Montalto, mentre l’ultima massa a segno da Galabinov, risale alla gara di Perugia. Il tecnico di Cardeto, avrà anche a disposizione due pedine importanti come Cionek ed Hetemaj, squalificati in occasione della gara contro l’Alessandria. Alla vigilia del delicato match di Como, ai microfoni dei canali ufficiali del club, in conferenza stampa dal Sant’Agata, ha espresso il suo punto di vista, toccando vari argomenti.

Il momento ed il gruppo

Ho iniziato a parlare con i ragazzi anche individualmente, cercando di lavorare sulla loro testa per far sì che si possa invertire questo momento…Non ci si può cullare – ha detto – sui 22 punti, bisogna prima guardarsi alle spalle…Il minimo errore, ha precisato, ti fa perdere certezze, un momento positivo può ridartele…Ho intravisto nella squadra qualità e valori, che si sono persi, il mio ed il nostro compito, è di lavorare per ritrovarli…Al di là degli aspetti tattici, i ragazzi, devono mettere in campo voglia. Esiste una squadra ed un gruppo ma, qualche singolo dovrà ritrovare fiducia… Quando la squadra ha fatto bene – ha evidenziato – ha mantenuto quella compattezza che unitamente alla manovra, dovrà riemergere, cercando di capire se il tutto è dovuto ad un problema mentale o tattico, certamente non ad un problema fisico…Ho visto tante squadre pensare che la prossima gara l’avrebbero vinta, ma se non costruisci durante la settimana non ce la fai…Bisogna stare tranquilli e lavorare, se si vuole tornare a fare risultati.

Valutazioni da fare

Il tecnico, ha lasciato capire che ci sono valutazioni da fare. Il primo obiettivo è stato azzerare tutto, anche per quanto riguarda le gerarchie fra i pali.

Non esiste, ha osservato, uno zoccolo duro ed uno morbido…C’è un gruppo che deve prendere atto della situazione e uscirne…Abbiamo due bravi portieri e come tutti, hanno commesso errori. Si dovrà valutare chi dei due mandare in campo…Non mi piace parlare dei singoli, bisogna tenere presente che c’è una squadra che, deve venire fuori dall’attuale situazione, prestando attenzione alla condizione e le dinamiche di gruppo.

Il Como

Ha valori importanti, soprattutto nel reparto avanzato… Dobbiamo, ha concluso, essere compatti e bravi nell’ approcciare la gara nel modo dovuto.

L’elenco dei convocati

Al termine della rifinitura odierna, mister Toscano ha diramato la lista dei 24 convocati che prenderanno parte alla trasferta di Como. Di seguito l’elenco completo:

Portieri: Aglietti, Micai, Turati.

Difensori: Adjapong, Amione, Cionek, Di Chiara, Lakicevic, Liotti, Loiacono, Regini, Stavropoulos.

Centrocampisti: Bellomo, Bianchi, Cortinovis, Crisetig, Ejjaki, Gavioli, Hetemaj, Laribi, Rivas.

Attaccanti: Denis, Galabinov, Montalto.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.