Reggina: Gli amaranto in cerca di ulteriori conferme anche con il Pisa

Reggina: Gli amaranto in cerca di ulteriori conferme anche con il Pisa

Dopo le prime sei giornate del campionato di serie B, la classifica, vede la Reggina in linea con le ambizioni del club,  anche se gli amaranto non hanno ancora vinto lontani dalle mura amiche. I dieci punti conquistati – un buon bottino – in virtù delle positive prestazioni rese contro avversari di caratura, parlano di un ottavo posto, penultimo utile per l’accesso ai playoff. Cinque i gol subiti dal reparto difensivo, al momento terza miglior difesa del campionato. Solo gli stessi Neroazzurri ed il Frosinone hanno fatto meglio. In termini di realizzazioni – sette i centri all’attivo – i numeri dovranno però migliorare se si vorranno consolidare posizioni interessanti in graduatoria. L’attuale imbattibilità acquisita, seppur caratterizzata da quattro pareggi e due vittorie, sta a dimostrare la bontà dell’organico a disposizione di Aglietti, abile stratega nel saper gestire un gruppo, che ha certamente ulteriori margini di miglioramento ed una già buona organizzazione di gioco. Importante sarà avere sempre il sostegno incondizionato della piazza sportiva e della Sud. Le prossime gare diranno molto sulle possibilità di Galabinov e compagni, di tenere il passo delle grandi, ad iniziare dal nuovo ed impegnativo banco di prova con il Pisa, a sei lunghezze di distacco dall’undici dello Stretto, che a sua volta è a quattro punti dal secondo posto occupato dal Brescia. Sette i precedenti della Reggina in terra toscana, tutti in cadetteria. Una sola vittoria nerazzurra, nel 1969, 3-0. Un solo successo amaranto, nel 1971, 0-1 firmato da Bongiorni, cinque pareggi. L’ultimo con i neroazzurri quello del 6 marzo 2021.

L’avversario

L’undici della Torre, ora ai vertici della classifica del campionato, è una squadra dalla spiccata vocazione offensiva e dall’identità solida. La rosa a disposizione di mister D’Angelo, che parte già da uno zoccolo duro importante, è stata rinforzata con colpi di categoria, ad iniziare dell’ex Reggina Nicolas, protagonista di un girone di ritorno eccellente in maglia amaranto. Altro colpo interessante messo a segno, quello di Beruatto, terzino arrivato in prestito dalla Juventus U23 insieme al compagno di squadra Toure. La difesa è stata completata con Hermannsson, in mezzo al campo c’è l’ex Bologna Nagy. Davanti il grande investimento porta il nome di Lorenzo Lucca – al comando della classifica marcatori con 5 reti – nel reparto anche l’israeliano Cohen. In rosa uomini d’esperienza come GucherCaracciolo ed il giovane difensore figlio d’arte Birindelli. L’impatto dell’ undici neroazzurro col campionato cadetto è stato importante. I Toscani viaggiano a vele spiegate, grazie ad un organico che sta facendo emergere tutto il suo valore. Ancora imbattuti, con 16 punti all’attivo, il loro score parla di 5 vittorie ed un pari frutto di 13 reti messe a segno ed appena quattro subite, che legittimano in pieno il primato in classifica. Dopo cinque vittorie consecutive,  la squadra del tecnico pescarese, ha raccolto l’unico pari (1-1) ottenuto al Tardini con il Parma. Il tecnico pisano, adotta indifferentemente il 4-4-2, il 4-3-3 ed  il 4-3-1-2, sfruttando la velocità e l’intensità di gioco dei suoi esterni, che girano a mille. Un osso duro per l’undici dello Stretto, che all’ Arena Garibaldi – Romeo Anconetani, dovrà provare a fermare la marcia della capolista.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.