Reggio Calabria, il Procuratore generale Di Landro si pronuncia sull’invio dell’esercito

di Francesco Iriti

Nelle sue ultime dichiarazioni il Procuratore generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro, in merito alla situazione creatasi dopo i fatti di ieri,  ha sostenuto che ”serve una pausa di riflessione per esaminare con calma la vicenda. Dobbiamo richiamarci tutti a un maggiore senso della misura e di responsabilita’ e questo va esteso anche alla societa’ civile che e’ stata splendida”.

”La presenza dell’esercito non fa male, ma se c’e’ una scala di priorita’ e’ piu’ importante inviare rinforzi a carabinieri e polizia”.

Di Landro e’ stato vittima nei mesi scorsi di una serie di attentati intimidatori, cominciati il 3 gennaio con la bomba fatta esplodere alla Procura generale, proseguiti con il sabotaggio di una ruota della sua auto e conclusi, il 26 agosto scorso, con l’esplosione di un ordigno davanti al portone della sua abitazione. ”Se l’esercito – ha aggiunto Di Landro – consente di liberare energie, ben venga, ma se deve riempire le strade per un controllo simbolico allora ci sono altre priorita”’.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!