Reggio Calabria, Dda chiude indagine “Crimine”

Reggio Calabria, Dda chiude indagine “Crimine”

operazione il crimine

La Dda di Reggio Calabria ha emesso l’avviso di conclusione indagini per 161 persone coinvolte sul versante calabrese dell’inchiesta Crimine, condotta in collaborazione con la Dda di Milano, che nel luglio del 2010 portò all’arresto di oltre 300 persone tra la Calabria e la Lombardia.

L’inchiesta ha svelato il nuovo volto della ‘ndrangheta che non è più un insieme di cosche scoordinate e scollegate, ma un’organizzazione di tipo mafioso, segreta, fortemente strutturata su base territoriale, articolata su più livelli e provvista di organismi di vertice.

Ai vertici del ”Crimine”, secondo quanto emerso dalle indagini, c’era Domenico Oppedisano , di 81 anni, ”eletto” nel settembre 2009 in corso di un vertice tra i boss della ‘ndrangheta nel santuario della Madonna di Polsi, sull’Aspromonte.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!