Provincia, mostra “Tra sacro e profano” dal 9 al 14 marzo

Provincia, mostra “Tra sacro e profano” dal 9 al 14 marzo

provincia di reggio calabria

provincia di reggio calabria

Rimarrà aperta fino al 14 marzo prossimo la mostra “Tra sacro e profano – Storia, Rituali, Fede e Tradizioni raccontate dalle abili mani dei Ceramisti di Seminara”.

In mostra, nella sala esposizioni del palazzo storico di piazza Italia lancelle, cannate, cuccumi, babbaluti e bumbuleji realizzati dai maestri ceramisti di Seminara. L’iniziativa, voluta dall’Assessorato alla cultura di cui è titolare Santo Gioffré, è curata dall’Associazione Mediterraneo che con questa mostra intende celebrare ed esaltare l’antica e singolare tradizione della lavorazione della ceramica con valenze decorative, in cui  Seminara era famosa, in particolare,  per la produzione di pignate, attività concentrata in un borgo periferico  che negli anni ha preso il nome di quartiere dei “pignatari”.

Non è chiara l’epoca in cui accanto alla produzione di stoviglie da cucina si è affermata anche l’arte della ceramica. Tra le forme prodotte anfore biansate (lancelle), boccali (cannate), talora con ornati a rilievo (cuccumi), piccole brocche con becco (bumbuleji), orci a foggia di riccio (porroni a riccio), borracce a ciambella, lanterne, bottiglie e fiasche antropomorfe (babbaluti o babbuini), maschere grottesche, vasi da balcone (graste).

Altre ceramiche si  distinguono per il loro carattere votivo, come le borracce a forma di pesce, che costituivano il distintivo rituale dei pellegrini alla fiera di S.Rocco a Rosarno, ed altre dalle valenze “iniziatiche”. E’ il caso del “gabbacumpari” (bevi se puoi), una brocca per il vino con una serie di fori, dalla quale era possibile bere sono se si era dotati di particolare abilità.

“E’ un modo anche questo per preservare, valorizzare ed esaltare  una tradizione secolare tipica del nostro territorio” – ha dichiarato l’Assessore provinciale con delega alla Cultura Santo Gioffré – che ha personalmente inaugurato la mostra assieme ai responsabili dell’Associazione Mediterraneo.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!