“Operazione Kappa”, 4 imprenditori arrestati per truffa

“Operazione Kappa”, 4 imprenditori arrestati per truffa

eadv

I Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno arrestato quattro imprenditori, accusati di aver truffato ditte in tutta Italia attraverso una società fantasma e pagamenti con assegni privi di copertura.

Le indagini condotte dal 2008 al 2010 hanno consentito di far luce anche su estorsioni con l’uso di armi e su casi di evasione fiscale e false fatturazioni per oltre un milione di euro.

L’ “Operazione, Kappa” coordinata dalla procura della Repubblica di Palmi, ha smantellato un sodalizio che gestiva negozi tra Reggio Calabria e Gioia Tauro, che si serviva di una “società fantasma”, attraverso la quale accendere conti correnti bancari e poter emettere titoli di credito, privi di copertura, con cui venivano pagate ditte in tutta Italia.

Ecco i nomi degli arrestati:

SGARLATO Consolato, cl 1966, residente a Reggio Calabria, imprenditore; ritenuto responsabile dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e concorso in detenzione illecita di parti di arma comune da sparo;
COSOLETO Agostino, cl 1961, residente a Gioia Tauro, impiegato, attualmente detenuto presso la casa circondariale di Reggio Calabria; ritenuto responsabile dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, detenzione illecita di armi comuni da sparo, estorsione, tutti pluriaggravati dall’aver commesso il fatto nei tre anni successivi all’esecuzione della misura della sorveglianza speciale cui era sottoposto. COSOLETO, già ritenuto l’interfaccia economico-finanziaria della cosca criminale MOLE’ di Gioia Tauro era anche stato tratto in arresto nelle operazioni “Smirne” e “Maestro” (22 dicembre 2009) del ROS dei Carabinieri;
MUCCI Antonio Salvatore, cl 1953, residente a Gioia Tauro (RC), imprenditore, pluripregiudicato, già detenuto presso il carcere di Milano-San Vittore; ritenuto responsabile del reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa;

Custodia cautelare agli arresti domiciliari per:
CHIRICO Carmine, cl 1964, residente a San Martino di Taurianova, imprenditore, pluripregiudicato, attualmente detenuto presso la casa circondariale di Paola; ritenuto responsabile dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, occultamento e/o distruzione – a fini di evasione fiscale – di scritture contabili e documenti di obbligatoria conservazione, emissione e rilascio di fatture ed altri documenti per operazioni inesistenti per un ammontare complessivo di quasi un milione di Euro.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!