Fondi Europei, Angela Napoli risponde all’assessore regionale Mancini

Fondi Europei, Angela Napoli risponde all’assessore regionale Mancini

Angela Napoli

L’Onorevole Angela Napoli con un comunicato stampa ha richiamato l’attenzione sui fondi europei, alla luce dell’articolo che è stato pubblicato sul quotidiano economico Il sole 24 ore nell’inserto Sud (che sicuramente l’Assessore Regionale Mancini leggerà ogni giorno).

In tale nota veniva evidenziato come è indispensabile per la nostra Regione l’utilizzo dei fondi assegnati, considerato che i dati fino al 30 giugno 2010 non appaiono confortanti. Non c’è stata nessuna critica alla nuova giunta regionale, semmai un auspicio che le risorse siano tutte impegnate fino all’ultimo centesimo, producendo un impegno straordinario in tale direzione.

Per tutta risposta l’Assessore si è affrettato a diramare un suo comunicato stampa, rilevando che la situazione ereditata risultava ancor peggiore dei dati riferiti dall’Onorevole Napoli  e che grazie all’impegno della nuova giunta regionale si sta riacquistando credibilità presso la Comunità Europea ed il Governo Nazionale. Non senza una punta di sarcasmo, lo stesso si è detto certo che l’on. Napoli si rallegrerà per i risultati conseguiti dalla Giunta regionale.

Naturalmente a noi di GenerazioneItalia Calabria non dispiace affatto che la Regione “riacquisti credibilità”. Al contrario, il nostro auspicio è che l’esecutivo regionale riesca a conseguire risultati positivi con un’azione di governo incisiva che, ribadiamo, non può che esprimersi attraverso un impegno quotidiano del tutto straordinario, proprio in ragione dei gravi ritardi  e delle enormi difficoltà che la nostra regione deve necessariamente fronteggiare.

Ci lasciano, invece, quantomeno perplessi due aspetti di questo comunicato Ansa dell’Assessore:

1)      l’impressione che si cerchi ad ogni costo la polemica, se persino commentare una tabella di dati pubblicata dal più autorevole quotidiano economico del Paese costituisce pretesto per piccate risposte, dal sapore peraltro giustificatorio, non essendoci stata da parte nostra alcuna critica all’attuale esecutivo regionale in merito alla questione.

2)    La sgradevole sensazione che si prova leggendo quel “riacquistare credibilità” presso il Governo Nazionale, come se quello stesso Governo, proprio all’indomani dell’insediamento di questa nuova Giunta Regionale, non avesse negato l’utilizzo di fondi FAS per l’emergenza sanità in Calabria – mentre per le quote latte ed i battelli del lago di Como al Nord, l’utilizzo di tali fondi  non è stato affatto negato. Quello stesso Governo che aveva vergognosamente permesso alla Giunta Loiero di tutto e di più nella gestione della sanità senza sentire la necessità (oltre che l’urgenza) chissà perché, di arrivare al commissariamento.

Ecco, è questo atteggiamento di minorità, di subalternità, questa sorta di complesso verso l’esterno, che a noi proprio non piace. Ancor meno, e lo diciamo con rammarico, quando viene espresso quasi in forma puerile da chi porta un nome e un cognome cosi impegnativi…

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!