Rende-O.Bagaladi 3-1. Il Rende si aggiudica la Coppa Italia Regionale

eadv

Rende: Occhiuzzi, Cesario, Scarlato, Deffo, Piemontese, Riolo, Silvestri (dal 7’ st Tripodi), Scarnato (dal 41’ st Cataldi), Tommasi, Porzio (dal 30’ st Guido), Prete. In panchina: Randazzo, Via, Mollo, Provenzano. All. Giugno

O.Bagaladi: Marengo, Laganà, Taverniti (dal 37’ pt Di Lorenzo), Cassaro, Scappatura, Crucitti, Pipitò, Correnti ( dal 22’ st Candito), Libri, Fiorino (Dal 1’ st Bertevello), Di Maggio

Arbitro: Rapuano di Rimini

Assistenti: Spasari di Soverato e Carlizzi di Vibo Valentia. Quarto uomo: Garoffalo di Vibo

Note: Espulso al 15’ st Laganà (OB) per doppia ammonizione. Ammoniti: Cassaro (OB), Pipitò (Ob), Piemontese (R), Silvestri (R), Tommasi (R), Scarnato (R). Angoli: 2-4. Recupero: 0’ pt, 4’ st. Spettatori: 500 circa

Il Rende si aggiudica la diciannovesima edizione della Coppa Italia Dilettanti Regionali battendo la detentrice del trofeo. Iniziano a studiarsi le due squadre con il Rende che si fa vedere in avanti all’8’ con Porzio il cui tiro si spegne sul fondo. Al 15’ Di Maggio mette al centro per Fiorino che di testa esalta i riflessi di Occhiuzzi. Al 25’ Omega in vantaggio. Punizione dal limite di Di Maggio e palla nel set. Al 34’ il Rende pareggia con Prete di testa su assist dalla destra di Riolo. Passano sei minuti e Riolo raddoppia con un tiro di sinistro dal limite che si insacca alle spalle di Petranca tradito dal rimbalzo del terreno. Al 43’ Di Maggio calcia alto. Nella ripresa si vede in campo il neo acquisto Bertevello. Al 14’ uno degli episodi chiave. Laganà riceve il secondo giallo in pochi minuti lasciando la sua squadra in dieci. Al 22’ la squadra di mister La Face avrebbe l’occasione di pareggiare. Di Maggio imbecca Di Lorenzo che mette al centro per Bertevello che cade in area, forse strattonato. La palla giunge a Crucitti che scodella al centro dove Di Lorenzo cicca la palla.  Al 26’ Petranca in tuffo libera una palla pericolosa di Tommasi mentre al 27’ Occhiuzzi respinge su Bertevello. Al 29’ il Rende fa tris. Porzio per Scarnato che mette al centro. Tripodi approfitta della leggerezza di Crucitti e va in rete. Al 35’ ci prova Pipitò da fuori area. Palla smanacciata in angolo mentre al 42’ arriva un rigore per l’Omega Bagaladi per fallo di Cesario su Bertevello. Di Maggio manda incredibilmente alto. E’ l’ultima azione degna di nota prima del triplice fischio finale che consegna la Coppa nelle mani del Rende.

A breve foto e video

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!