Lazzaro-Siderno 1-0

Questo post é stato letto 25240 volte!

di Francesco Legato

LAZZARO: Bruzzese 6, Azziz 6,5; Falcomatà 6 (dal 30°st Lauro sv); Criaco 6,5; Alampi 6,5; Maviglia 6,5; La Face 6; Mandalari 6,5; Neri 6,5 (dal 14°st Veltre 6); Mauro 6,5; Assumma 6.

SIDERNO: Scordino 6; Alfieri 6 (dal 17°st Carabbetta G. 5,5); Fuda 6 (dal 35°st Gerasolo sv); Marulla 6,5; Stelitano 6; Carabbetta G. 6,5; De Leo 6; Tripodi 6; Zerbi 6,5 (dal 1°st Moio 6); ansatone 6; Romeo 6.

ARBITRO: Cundò di Soverato

MARCATORI: 22°st Mauro

LAZZARO – Tre punti importanti che consentono a mister Latella di dare continuità ai risultati utili e scalare qualche posizione in classifica, potendo così gestire al meglio le prossime partite. La retroguardia biancorossa fa la differenza in positivo, l’attacco del Siderno, soprattutto dopo la sostituzione per infortunio di Zerbi, esce  fuori dal campo ridimensionato. Comunque non una bella gara, condizionata dal vento, con pochissime occasioni e solo su calci da fermo o conseguenza di errore degli avversari. La prima, ed unica, palla goal per gli ospiti è merito di Zerbi che, già all’8°pt, liberatosi in area di rigore, mette sopra la traversa. I locali si rendono pericolosi solo con Maviglia e sempre su calci di punizione che il forte difensore esplode anche dalla distanza, mettendo comunque sempre in difficoltà la retroguardia del Siderno. La prima parte di gare non registra altri sussulti, si notano tutte le buone intenzioni del Lazzaro alla costante ricerca di un gioco fluido, mentre gli ospiti, tecnicamente avvantaggiati, fraseggiano a centrocampo scontrandosi poi contro il muro eretto da Maviglia e Alampi. Nella ripresa si registrano alcuni episodi che giustificano, anche se solo in parte, la presenza dei tifosi sugli spalti. Al 2°st lo specialista Maviglia batte violentemente un calcio di punizione, la sfera attraversa tutta l’area di rigore passando sotto le gambe di più difensori ma, poco prima di attraversare la linea di porta, viene respinta con i piedi da Scordino. Al 10°st una errata valutazione di Bruzzese consente a Moio di defilarsi indisturbato sulla sinistra ed incrociare sul palo lontano, buono il tiro, pessima la mira con il pallone che rotola fuori. Al 22°st il Lazzaro confeziona l’azione da manuale che vale i tre punti. Azziz sulla destra scarica al centro per Criaco che, dopo aver saltato il suo marcatore, cambia gioco servendo sulla fascia sinistra Assumma che chiude il triangolo a centro area per l’accorrente Mauro che, da due passi e anticipando il difensore, mette in rete. Gli ospiti accusano il colpo, ma non perdono lucidità e si rendono subito pericolosi. Al 32°st Sansalone crossa dalla sinistra per Marulla che, al volo e di prima intenzione, esplode il tiro ma sopra la traversa. Al 40°st l’espulsione troppo frettolosa di capitan Mauro favorisce il forcing finale degli ospiti che, nonostante la superiorità numerica, non riescono ad impensierire seriamente Bruzzese.

Questo post é stato letto 25240 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *