Alfano interviene sull’auto con esplosivo di Reggio Calabria

‘Lo Stato non si fara’ intimidire, lo Stato c’e’ ed e’ forte, piu’ di tutte le organizzazioni criminali messe insieme’. Cosi’ Alfano. Il ministro della Giustizia da Toledo ha commentato il ritrovamento dell’auto con esplosivo a Reggio Calabria, durante la visita del presidente della Repubblica Napolitano, fatto per il quale e’ stato arrestato un carrozziere. ‘Stiamo per approvare un piano antimafia e lo faremo il 28 gennaio a Reggio’, ha aggiunto Alfano.E sulla vicenda e’ intervenuto anche il procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia, Enzo Macri’.

‘Secondo me tutti gli episodi avvenuti dal 3 gennaio in poi, data dell’attentato alla Procura Generale di Reggio Calabria, – ha detto – hanno una logica comune e bisogna capire qual’e’ questa logica’. Intanto, secondo quanto quanto ha riferito il Comando provinciale dei carabinieri, le armi e i due ordigni che erano sull’automobile dovevano servire ‘per un’azione delittuosa con caratteristiche riconducibili alla ‘ndrangheta interrotta dalla consistente presenza di forze dell’ordine in quella zona’.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!