Motta San Giovanni: Sottoposte dalla Giunta 13 schede Cis alla Regione

Motta San Giovanni: Sottoposte dalla Giunta 13 schede Cis alla Regione

La Giunta Comunale di Motta San Giovanni, presieduta dal sindaco Giovanni Verduci, ha approvato tredici schede progettuali da sottoporre all’ attenzione della Regione Calabria, per essere  inserite nel Contratto Istituzionale di Sviluppo, previa valutazione che si auspica possa essere positiva. Il tutto a conclusione di uno studio che ha coinvolto tutti gli uffici comunali, tenendo conto del lavoro già prodotto in questi ultimi anni anche in conseguenza delle numerose segnalazioni e degli indirizzi di sviluppo espressi dai vari stakeholder.

Abbiamo lavorato tutti prestando molta attenzione, consapevoli che si tratti di un’opportunità che il nostro territorio non può farsi scappare.

Così il sindaco Verduci che nel sottolineare l’importanza delle progettualità, ha messo in evidenza la consistenza economica della documentazione sottoposta alla valutazione degli organi competenti. Le tredici schede, per un totale di quasi sessanta milioni di euro, sono tutte coerenti con i quattro ambiti tematici di riferimento e rispettano il requisito della sostenibilità ambientale. Economicamente significative, sono unite tra loro dalla comune ambizione di crescita sociale, culturale, occupazionale ed economica.

Le varie articolazioni

Delle tredici schede – ha detto il sindaco – quattro sono dedicate a cultura, sport e turismo.La creazione di un parco archeologico di Santo Niceto con il recupero e il restauro dell’antica Chiesa dell’Annunziata e lo sviluppo di un percorso turistico che interessa tutto il territorio (5,2 milioni di euro)…Il recupero e la valorizzazione dei luoghi della memoria con il Borgo dei Minatori (1 milione di euro). La realizzazione di un polo culturale, turistico ed enogastronomico che coinvolga più edifici e luoghi pubblici (1,5 milioni di euro)…La riqualificazione del complesso sportivo “Leandro Azzarà” (1,1 milioni di euro). Altre quattro schede – ha aggiunto il primo cittadino – interessano gli ambiti della mobilità e dell’ambiente…La riqualificazione delle aste fluviali, con la realizzazione dei relativi attraversamenti e dei tratti di viabilità e di raccordo, dei torrenti Ferrina (1milione di euro), Saetta e San Vincenzo (3 milioni di euro). La realizzazione di un nuovo collegamento viario tra il centro abitato di Lazzaro e quello di Motta, passando per la località Comunia (6,2 milioni di euro).Lo sviluppo economico e rurale attraverso la riqualificazione di tutta la viabilità secondaria ed interpoderale del nostro territorio (3,6 milioni di euro).

Le più importanti

Sicuramente le più importanti – ha tenuto a precisare – sono le ultime tre schede. La riqualificazione della rete idrica, con la costruzione di nuovi serbatoi, la realizzazione di nuovi tratti di condotta e l’individuazione di nuove fonti di approvvigionamento (15,5 milioni di euro)…La riqualificazione della rete fognaria, con in particolare la realizzazione di nuovi tratti e lo spostamento di quelli situati in prossimità dei corsi d’acqua (13,5 milioni di euro). Completa questo elenco la scheda progettuale per la messa in sicurezza, il recupero e la riqualificazione ambientale dell’ex discarica Comunia con destinazione finale a parco sperimentale della resilienza (3,5 milioni di euro).

Appunti ed attenta sintesi

Abbiamo riletto gli appunti – ha evidenziato – presi in occasione di ogni riunione di Consiglio e Giunta comunale, tenendo conto degli impegni assunti in tutti gli incontri avuti in questi anni con le associazioni, le parrocchie, le organizzazioni di categoria, i tecnici, gli studiosi, gli imprenditori e i numerosi nostri concittadini…Si è fatta la sintesi di tutto questo ricordando ogni singola richiesta, ogni esigenza emersa in questi anni, ogni input generato dai tanti mottesi che vivono fuori, anche in paesi stranieri e che periodicamente ci suggeriscono soluzioni e nuove strade da percorrere.

Ambiente e riqualificazione

Relativamente all’ambiente collegato con la riqualificazione urbana, si è pensato al consolidamento dei costoni in frana in prossimità dei centri abitati (2,5 milioni di euro) e ad una nuova rete di pubblica illuminazione sostenibile (2,4 milioni di euro). I Comuni – ha concluso Verduci – stanno attraversando un periodo di difficoltà dovuto alle poche disponibilità di bilancio e alla forza lavoro sottodimensionata…È molto importante che la Città Metropolitana e la Regione Calabria non rinuncino a supportare i sindaci nelle prossime ed imminenti sfide.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.