Adiconsum: “Arroganza e soprusi di due importanti banche”

adiconsum

Questo post é stato letto 22450 volte!

Riceviamo e pubblichiamo:

Sms di giovedì 15 ottobre2015: “GENTILE CLIENTE DAL 19/10/2015 IL TUO CONTO SI BLOCCA PER OBBLIGHI DI LEGGE. VIENI A RIPRISTINARLO IN FILIALE, TI ASPETTIAMO.”

Con questo sms, e dando in pratica solo un giorno di tempo (venerdì 16 ottobre) per recarsi alla filiale bancaria, Intesa S.Paolo e Banco di Napoli minacciano di bloccare i conto correnti di migliaia di loro clienti per che cosa poi: una variazione alle norme antiriciclaggio.

Ma siamo impazziti o cosa? E se il cliente è ammalato o ricoverato?  Se si trova fuori residenza o è in vacanza? E se è un militare in missione?
O se per altri mille motivi non può recarsi in filiale la Banca cosa fa: blocca il conto?!?!

Bisogna necessariamente fare qualcosa contro queste prepotenze  sulle pensioni, gli stipendi e i risparmi dei cittadini inermi che sono obbligati dallo Stato a lasciare i loro soldi nei forzieri delle banche.

Francesco Marino
Presidente Adiconsum CZ-KR-VV

Questo post é stato letto 22450 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *