Melito Porto Salvo, sindaco Meduri dopo Ubiquitas

sindaco meduri

Questo post é stato letto 67460 volte!

Il sindaco Meduri é stato chiaro durante la conferenza stampa che ha tenuto nel palazzo comunale di Melito Porto Salvo in seguito all’operazione Ubiquitas.

“A nome di tutta l’amministrazione e di tutta la gente di esprimere totale fiducia in tutti coloro che hanno condotto le indagini e li ringrazio per quello che fanno. Le forze dell’ordine hanno il loro da fare e anche noi per tutto quello che dobbiamo fare in questo comune e che non ci aspettavamo di trovare”.

É stato diretto come sempre il primo cittadino melitese che parlando degli arresti dei sette dipendenti comunali ha sottolineato come “la notizia degli arresti dei dipendenti comunali sinceramente mi ha ferito a livello personale. Mi preme esortare ancora una volta tutti a prestare il loro servizio anche in virtú del fatto che Melito é sempre un comune attenzionato”.

Il sindaco Meduri in conferenza stampa

Vari i punti toccati durante la conferenza stampa durante la quale ha parlato solo il sindaco Meduri, affiancato dalla maggioranza. “Bisogna massimizzare i momenti positivi. Invito tutti, tra cui la stampa, anche a far risaltare anche quanto di buono offre il comune di Melito Porto Salvo.  Non solo gli aspetti negativi. Oggi lo ribadiamo con piú determinazione e grinta affinché i vari obiettivi previsti da questa amministrazione vengano raggiunti. Il tutto per essere vicini alla gente. Molte sono le migliorie da apportare”.

Carenza di personale

“Non possiamo nascondere che ci siamo da sempre adoperati per il bene del comune nonostante i limiti di carenza di personale da me denunciati in Prefettura sin dal momento della mia insediatura. E con l’aggravante che si é venuta a creare dopo questi arresti. Ci troviamo a lavorare con maggiore difficoltá. Ma mi sento di spezzare una lancia in favore di quasi tutti i dipendenti. Non sono fannulloni. C’é gente che lavora tantissimo e anche qualcun altro che potrebbe fare di piú. Mi sento di dire peró che non va fatto un processo sommario adesso. Bisogna aspettare l’esito delle indagini visto che non c’é solo questo provvedimento in atto. Tra gli altri anche l’indagine che riguarda 26 persone e che risale ad alcuni anni fa. É giusto che chi ha sbagliato paghi”.

Il bene comune

“Io come sindaco continueró a chiedere aiuto a tutti affinché si lavori per il bene comune. – ha continuato il sindaco Meduri – Credetemi non é facile con questa macchina amministrativa e con le varie difficoltá che ci sono anche i commissari hanno avuto problemi a lavorare. Figuriamoci noi. Ci aspettiamo l’aiuto di tutti”.
Il sindaco Meduri ha poi toccato vari punti nella sua disamina parlando di TARI, ammanco idrico e di energia elettrica, cattiva educazione delle persone che gettano la spazzatura in ogni dove. Ed inoltre riferimenti alle dichiarazioni nelle scorse settimane rilasciate dall’Onorevole Paglia e al milione e ottocento mila euro di credito che il comune vanta dall’Asp per mancato pagamento della spazzatura e dell’acqua sind dal 1986″.

A margine della conferenza stampa, infine, il primo cittadino ha indicato anche le linee guida che verranno seguite. “Dobbiamo andare necessariamente avanti facendo di necessitá virtú. E lo faremo raddoppiando anche gli sforzi. Naturalmente sará ancora piú difficile visto che mancheranno sette persone. Vediamo cosa riusciremo a fare. Abbiamo previsto di spostare dove possibile alcune unitá. Due persone passeranno nell’ufficio anagrafe. Avvieremo a breve le pratiche, per poter assumere dal primo gennaio se riusciremo a chiudere i contratti, qualcosa come 7-9 unitá”.

 

Questo post é stato letto 67460 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

1 thought on “Melito Porto Salvo, sindaco Meduri dopo Ubiquitas

  1. ci si augura un concorso aperto a tutti, ma che non veda vincitori i soliti noti……o riconducibili ad essi. In bocca al lupo alle persone coinvolte, con l’augurio che sia tutto un equivoco.
    Il lavoro della Giustizia è lento, lentissimo a volte, ma quando arriva, sprigiona tutta la forza inarrestabile di un uragano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *