Fiumara di Pilati, sversamento in mare

Fiumara di Pilati, sversamento in mare

Fiumara di Pilati, sversamento in mare. Questa mattina, un nostro lettore ci ha segnalato uno sversamento in mare a Melito Porto Salvo.

Fiumara di Pilati, la segnalazione di un lettore

Un nostro lettore, esasperato dalla situazione ci segnala l’ennesimo sversamento a Melito di Porto Salvo. Questa volta lungo la fiumara di Pilati.

“Il cattivo odore – ci scrive – si percepisce fino in via Marina. Ne il Comune, ne l’ ArpaCal, neppure la Capitaneria di Porto ed i Carabinieri sono ancora intervenuti”.

Fiumara di Pilati

Fiumara di Pilati

Sversamenti fognari in mare

Nei giorni scorsi, da più parti, si segnalavano vari sversamenti dal sistema fognario a Melito Porto Salvo.  La situazione aveva portato il Sindaco ad emanare un dovuto divieto di balneazione nelle spiagge interessate dal problema. Non era però venuto a mancare il suo impegno. Il Sindaco infatti, era riuscito a tamponare la situazione. Dopo i dovuti interventi, Meduri comunicava, dopo qualche giorno, la revoca del divieto. I risultati dell’ArpaCal e del Laboratorio GreenLab avevano dato esito positivo circa lo stato di salute del mare melitese.

Nuovo divieto di balneazione a Melito Porto Salvo

Solo pochi giorni fa, il 18 luglio, il Sindaco di Melito P. S. si è trovato costretto ad emanare una nuova ordinanza di divieto di balneazione.

Il Primo Cittadino, rendeva infatti noti i risultati delle analisi delle acque marine effettuate lo scorso 11 Luglio dall’ArpaCal, nei pressi della foce del torrente Sant’Elia.

L’ArpaCal comunicava: “Il campione di acqua superficiale prelevato alla foce del torrente Sant’Elia presenta una notevole carica batterica, di origine fecale, delle acque prelevate; indice di una depurazione non corretta dei reflui urbani″.

Il Sindaco dunque, “con effetto immediato ha ordinato il divieto temporaneo di balneazione nel tratto di mare fino a 100 metri ad est dalla foce del torrente Sant’Elia; a tutela della salute pubblica e della pubblica e privata incolumità”.

L’estate è ormai giunta al suo clou. Tra i bagnati rimane una certa collera mista ad amarezza; soprattutto tra coloro che sceglievano di tornare in paese per trascorrere qualche giorno di ferie.

Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!