Elezioni comunali a Montebello Jonico, Macheda scende in campo

Elezioni comunali a Montebello Jonico, Macheda scende in campo

Mancano due mesi alle elezioni comunali a Montebello Jonico e iniziano a circolare le prime indiscrezioni circa le candidature a sindaco. Sta per terminare il mandato di 5 anni sotto l’egidia del sindaco Ugo Suraci e della sua amministrazione. Ed è tempo di calarsi nella nuova tornata elettorale per eleggere chi guiderà il comune nel prossimo quinquennio.

Macheda sul suo impegno

A tale proposito è intervenuto il consigliere Fabio Macheda, candidatosi a sindaco nell’ultima tornata elettorale a capo della lista “Montebello 3.0. L’Officina delle Ide“. Ecco il suo punto di vista sulle prossime elezioni:

Soltanto un paio di mesi ci separano dalla tornata elettorale. Per il nostro Comune potrebbe rappresentare un’altra opportunità di cambiamento. Una possibilità di rivalsa, un’occasione per provare a recuperare il crescente svantaggio accumulato in questi anni caratterizzati da estrema incapacità amministrativa. Unita a un becero immobilismo teso solo al mantenimento delle posizioni acquisite.

Sebbene molti sappiano come la penso, sollecitato dalle innumerevoli richieste di impegno pervenutemi, mi corre l’obbligo, e per il ruolo ricoperto, e per onestà intellettuale che ha sempre caratterizzato il mio operato, di fare una riflessione ad alta voce.

Dai banchi dell’opposizione

Nel ringraziare tutti quelli che, avendomi conosciuto in questi anni di duro e costante lavoro profuso dai banchi dell’opposizione a tutela della comunità montebellese, oggi mi vedono come una risorsa indiscussa per il territorio. Voglio rassicurarli sul fatto che, nonostante le voci messe artatamente in circolazione, il mio impegno in favore della comunità e del territorio non verrà meno.

L’indole combattiva che mi ha sempre contraddistinto e l’amore innato per questa terra in cui sono cresciuto e di cui conosco le fatiche e le fragilità. Ma anche l’immenso potenziale di sviluppo, non mi consentono di tirarmi indietro di fronte alla possibilità di provare a cambiare le cose.

Non si tira indietro

Non l’ho fatto durante questi lunghi e logoranti anni di opposizione in cui. Nonostante le battaglie fatte, le costanti sollecitazioni e le continue proposte di interventi risolutivi, ho visto l’attuale amministrazione rimanere sorda agli appelli che arrivavano da più parti. E a continuare determinata nel perseguire linee d’azione che hanno portato il nostro comune a sprofondare ancora di più dentro la melma del mancato sviluppo.

Non lo farò oggi, nel momento in cui credo sia più che doveroso provare a capire se, come comunità, abbiamo maturato un senso di responsabilità tale da consentirci di invertire la rotta.

Non farà mancare il suo apporto

E’ con questo spirito che mi rivolgo alla politica, a tutte quelle persone di buona volontà che vorrebbero provare a mettersi in gioco e dare qualcosa per la loro comunità. E lo faccio dicendo: non consentiamo che la storia si ripeta, smettiamola di parlare di nomi, cariche, parentele lunghe.

Cerchiamo di concentrarci invece sulle azioni da mettere in campo per dare soluzione ai numerosi problemi di questo territorio. Solo così facendo, potremo arrivare a quell’unità d’intenti, di uomini e di capacità necessaria per raggiungere gli alti e nobili risultati di cui la collettività ha estremo bisogno. Io non farò mancare il mio apporto!

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.