Dissesto stradale Borgata Sant’Elia – Porto di Saline, la denuncia

Dissesto stradale Borgata Sant’Elia – Porto di Saline, la denuncia

“Grave dissesto stradale lungo una delle arterie che, dalla borgata Sant’Elia conducono al Porto di Saline Joniche”. La denuncia arriva da parte del Comitato per la Salvaguardia del Territorio delle Borgate Tegani e Sant’Elia. Nella nota fatta pervenire al comune di Montebello Jonico, il Comitato ha specificato che tale grave problema é presente all’altezza del sottopasso viario della via Nazionale, in prossimità della Chiesa della Vergine del Rosario della predetta borgata.

Dissesto stradale Borgata Sant’Elia – Porto di Saline

Nella lunga nota inviata al comune, corredata da foto, il comitato ha voluto evidenziare i punti specifici dove bisogna intervenire urgentemente. Nello specifico:

  1. Dissesto stradale presso arteria di collegamento fra la borgata Sant’Elia e gli svincoli che conducono al Porto
  2. Cattivo stato manutentivo della Via Nazionale ricadente all’interno della Borgata Sant’Elia
  3. Richiesta informazioni in merito a stato dell’arte con riferimento all’attribuzione di competenza territoriale degli svincoli che conducono al Porto.

 

“Lo stato di dissesto di gran parte della carreggiata di quel tratto stradale costituisce pericolo costante. E lo é per le tante persone che, sia nelle ore diurne che notturne, si ritrovano a transitare dal predetto sottopasso.

Non di rado gli automezzi che escono dalla Borgata Sant’Elia e che si devono immettere negli svincoli da e per il Porto, sono costretti a invadere la parte di carreggiata destinata a quanti provengono dal senso di marcia opposto, diventando essi stessi fonte di pericolo. A ciò si aggiunga che questi svincoli sono spesso utilizzati anche da mezzi pesanti oltre che da autobus di linea.

Il transito di automezzi

La circostanza che, trattandosi di una parte di carreggiata ubicata in prossimità di un attraversamento e che, quindi, gli automezzi la percorrano a velocità ridotte (ma non sempre ciò accade), non deve costituire in alcun modo deterrente per l’elusione del ripristino di questa parte di carreggiata.

Si evidenzia ancora che, dopo piogge anche non abbondanti, questo tratto di carreggiata, già di per sé sconnesso, diviene pressoché impraticabile. Ed è a causa dell’impossibilità di individuare – e schivare – il dissesto stradale, da parte di quanti percorrono questa strada.

Si comprende, quindi, l’urgenza di intervenire al fine di porre in essere tutte le attività finalizzate al ripristino di questa parte di carreggiata. E soprattutto al fine di garantire la pubblica e privata incolumità di quanti transitano dal predetto sottopasso viario.

Illuminazione pubblica carente

Le condizioni già critiche di questa parte di carreggiata si aggravano ad ogni pioggia, oltre a peggiorare con il “normale” transito di veicoli.
Nelle ore notturne, gli svincoli in entrata ed uscita dalla borgata Sant’Elia sono pressoché completamente privi di illuminazione pubblica. Ciò rende ancora più pericolosa la parte di carreggiata per cui si redige la presente.
Alla segnalazione corrente, il Comitato ribadisce l’urgenza di addivenire ad un chiarimento in merito alla competenza territoriale degli svincoli che conducono al Porto.

Non è pensabile che delle arterie così importanti ed altamente transitate, come quelle in questione, siano, oramai da decenni, prive di ogni qualsivoglia manutenzione. Non è ulteriormente tollerabile che siano completamente prive di illuminazione pubblica durante le ore notturne.
Il Comitato, auspica una pronta risoluzione problematica segnalata, con il ripristino della carreggiata in dissesto, al di sotto del sottopasso che, dalla borgata Sant’Elia conduce al porto.

Vari problemi nel dissesto stradale Sant’Elia

Inoltre, il Comitato segnala la presenza di diversi punti di disconnessione e/o dissesto del manto stradale lungo tutta la Via Nazionale ricadente presso la Borgata Sant’Elia. Oltre che lungo l’arteria di collegamento che, a partire dalla piazzetta di Sant’Elia, conduce all’ex bivio d’attraversamento della Strada Statale 106 (intersezione fra la via Provinciale Sant’Elia – Fossato e la Strada Statale 106).

A tal proposito evidenziamo come, oramai da tanti anni,  sia privo di illuminazione il palo di pubblica illuminazione posto lungo la predetta arteria. Specificatamente si tratta dell primo che si incontra provenendo da Saline ed immettendosi all’interno della Borgata Sant’Elia. Ad oggi disconosciamo se non funzioni a causa di mancanza di corpo illuminante e/o di suo cattivo funzionamento e/o altro. Trattandosi di un punto luce posto a ridosso di una curva ed in prossimità di uno svincolo, si ritiene urgente provvedere ad un suo ripristino.

La parte finale della nota

Con l’occasione, lo scrivente Comitato richiede informazioni circa lo stato dell’arte relativo all’iter di attribuzione della competenza territoriale degli svincoli che conducono verso la borgata Sant’Elia e verso il Porto.

Come già rappresentato in questi anni, si ritiene assai grave che delle arterie di collegamento così importanti e così trafficate, spesso anche da mezzi pesanti, siano lasciati alla più completa incuria. Sono abbandonati a sé stessi, privi di manutenzione ordinaria e straordinaria, senza alcuna forma di pubblica illuminazione. E spesso invase dalla vegetazione che occlude la visuale a quanti li percorrono.

“Concludiamo con l’auspicio che le Istituzioni ed i soggetti coinvolti intervengano il prima possibile ad un definitivo chiarimento circa la competenza in merito agli svincoli che conducono al Porto ed alla Borgata Sant’Elia.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.