Premio Manente 2017, trionfo dei Behike Moro

Premio Manente 2017, trionfo dei Behike Moro

 

Il Gran Premio Manente 2017 (PREMIO ASSOLUTO) è stato assegnato ai “Behike Moro”, gruppo della provincia di Reggio Calabria, da Palizzi, Saline Joniche, Melito Porto Salvo. I giovani talentuosi ragazzi hanno realizzato il videoclip “Braci” con la regia di Nino Maesano. Vittoria dettata in primis per essersi impegnati a integrare un impianto musicale rock (batteria basso chitarra elettrica) con l’inserto di praticamente tutti gli strumenti della tradizione calabrese, dalla lira alla chitarra battente passando per la pipita. Arrangiamenti perfetti, in grado di amalgamare mirabilmente i due mondi sonori. I Behike Moro danno un apporto innovativo al sound della musica popolare, il canto alla propria bella di cui si è follemente innamorati, le “strofette” che trovano humus nella tradizione musicale calabrese rivelano in questo lavoro una giusta armonia. Una proposta innovativa giovane, fresca, dinamica, che si evince da tutto il loro lavoro discografico, il videoclip si lascia guardare e ti coinvolge con la sua musica e i suoi ritmi, il brano orecchiabile è facilmente riconducibile al loro stile.

PREMIO SOCIAL, a “Palma” di Alfredo Lavorato coinvolgendo il mondo social con un tamtam importante che ha fatto si che il loro brano è indubbiamente il videoclip più visto dei 5 finalisti, più di 7mila visualizzazioni sul canale youtube del Premio in pochi giorni. Anche il PREMIO MIGLIOR REGIA va a questo brano con la regista Imma Guarasci. L’opera, di perfetta simbiosi tra immagini e valore storico, rivela il suo contenuto narrativo-culturale fin dall’inizio. Una regia sapiente per le scelte narrative di grande efficacia: dall’ambientazione che esalta il paesaggio calabrese, all’organizzazione delle scene, alla caratterizzazione dei ruoli (affascina la superba passionalità della donna), alle inquadrature, agli straordinari costumi, ai componenti simbolici che danno forza alla “scrittura” filmica. C’è, infatti, l’acqua di sorgente ad indicare l’attaccamento alla vita; la terra e il sangue che raccontano di radici e di ingiustizia; Un video non improvvisato ma studiato e con elementi ricercati, UN’ARTISTA COMPLETA anche attrice protagonista dello stesso video.

PREMIO MIGLIOR BRANO ai Kalavrìa, con “Nmenzu di lu mari” molto significante e riuscito il modo in cui hanno reso in una canzone un inno al sentimento di integrazione tra popoli, coinvolgendo compaesani e migranti. Un brano sano e che con allegria dimostra che un’integrazione è possibile sapientemente miscelato anche nelle immagini del regista Mauro Nigro.

MENZIONE SPECIALE alla Statale 107 con “Muri Muti” e il regista Aldo Ricioppo. La Marasco Comunicazione che in questo anno ha lanciato anche il tour #improntarosa con Antonio Grosso e le muse del Mediterraneo contro la violenza sulle donne ha voluto PREMIARE LA TEMATICA TRATTATA NEL BRANO della Statale 107 bis che affronta il tema serissimo, quello delle violenze domestiche, con uno stile ironico e dissacrante degno dei migliori autori.

Altra MENZIONE SPECIALE al cantautore Mario Nunziante. La sua canzone e il suo videoclip “Senza più colori” con la regia di Domenico Leonelli, hanno portato una ventata di freschezza. Sulla sua bici girando per le vie di Crotone ha colorato ogni viuzza e portato spensieratezza. Sembrava di stare su quella bici e il vento vola via anche i nostri pensieri ..e il nostro paese, la nostra provincia non ci sembra più così bistrattata e abbandonata, è come se nel suo video, nella sua canzone ci fosse una speranza, la speranza di riuscire a seguire obiettivi che noi tutti calabresi ci meritiamo.

I premi realizzati dal Maestro Orafo Michele Affidato sono stati molto apprezzati dagli gruppi vincitori.

La Marasco Comunicazione attraverso questo premio attira l’attenzione sui giovani di talento, che rappresentano al meglio la nostra Terra. In sei anni sono passati da questo premio tante eccellenze di Calabria.

Elegante e raffinata la presentatrice Larissa Volpentesta. Un Attrice, conduttrice giovane dai molti talenti. Anche lei premiata a sorpresa come Giovane Eccellenza calabrese. Cinema, teatro e tv, di recente, l’abbiamo vista nella fiction Don Matteo accanto a Terence Hill. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti in tutta Italia. Ora è conduttrice di Video Calabria.
Il tocco critico e di taglio giornalistico regalato dal Direttore Luciano Regolo ha reso la serata, pungente e di livello alto. Lui è un giornalista, uno scrittore conosciuto in Italia e all’estero.
Calabrese doc, nato a Catanzaro, ha ricevuto la stessa sera il Premio Gianfranco Riga. Gianfranco Riga editore e Presidente di Video Calabria, prematuramente scomparso, e che ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua famiglia e nel mondo tv calabrese, era un innovativo ed eclettico calabrese, che con coraggio, proprio come Regolo, ha saputo regalare alla sua amata Calabria autenticità e valori alla comunicazione.

Giuseppe e Virginia Marasco sono fieri di aver portato anche quest’anno una kermesse di alto livello artistico e culturale, e promettono che, già al lavoro per la prossima edizione, ci saranno grandi novità, non solo organizzative ma anche di idee che ovviamente collimeranno con lo standard di alto livello che contraddistingue l’intero evento.

Virginia Marasco, direttrice artistica del Manente, ci dice che per questo inverno ci sono novità importante che riguarderanno il Gran Premio “abbiamo intenzione di creare continuità con idee particolari che stiamo partorendo. Ringraziamo i Comuni che ci sostengono e gli “amici” che credono nel premio che dal basso e senza altri finanziamenti riescono a realizzare un evento che coinvolge tutta la Regione e non solo”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *