Reggina,109 anni di storia amaranto

Reggina,109 anni di storia amaranto

La Reggina, compie 109 anni. Per i tifosi amaranto, è un giorno speciale: infatti, l’ 11 gennaio 1914 sessantuno dipendenti pubblici, diedero vita alla “Unione Sportiva Reggio Calabria” e da lì, cominciò una splendida avventura che continua tuttora.

Nella storia degli annali del club, indimenticabile la stagione 1964-1965 con la prima promozione in Serie B, con il presidentissimo Oreste Granillo (a cui è intitolato lo stadio) ed il duo Maestrelli-Dolfin, insieme, tre icone del calcio amaranto ed il mitico Cece’ Catalano, il massaggiatore dei miracoli.

Negli anni, tanti i giocatori divenuti nel tempo vere bandiere amaranto. Come non ricordare i vari Bumbaca, Baldini, Gatto, Persico, Ferrari, Iacoboni, Mupo, Bello, Clerici, Sbano, Camozzi, Gallusi, Alaimo, Ferrario, Florio – il professore -, Santonico, Vallongo, Sonetti, Rigotto  – il piccoletto – e poi Toschi – l’ala zanzara, la freccia del sud -, Causio – il barone – e nel tempo Bonazzoli, Mesto, Pirlo ecc.

Tanti ancora hanno indossato questa maglia: Amoruso, Bianchi, Nakamura, con  Di Lorenzo ed Acerbi, Campioni d’ Europa. Nella storia, anche tecnici, come Scala, Colomba e Mazzarri.

Oltre un secolo di battaglie, imprese memorabili e momenti meno belli, ma soprattutto passione, orgoglio e traguardi, come la Seria A, del ’98-99.

Non è mai mancato l’amore incondizionato che i tifosi e lo storico muro della Sud, hanno sempre dato alla squadra del cuore.

La compagine amaranto, il suo compleanno lo fa in un momento di autentica rinascita grazie al coraggio e alle idee di Felice Saladini, l’uomo che dal possibile fallimento dello scorso luglio, nel giro di pochi mesi, ha portato il club ad essere sotto i riflettori del campionato cadetto.

Un compleanno, questo, che potrebbe essere davvero speciale, se l’undici di Pippo Inzaghi dovesse coronare il sogno che tutti vorrebbero che si avverasse: tornare al più presto in Serie A.

Tanti auguri Reggina!!

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.