Reggina – Spal, 0-1: Decide l’autogol di Gagliolo

Reggina – Spal, 0-1: Decide l’autogol di Gagliolo

Il 2023 inizia con una sconfitta. Al Granillo passa la Spal. Concluso l’anno appena trascorso con la vittoria in casa dell’Ascoli la Reggina di Pippo Inzaghi, in solitaria al secondo posto in classifica, inseguiva il Frosinone capolista.

Momento opposto per la Spal – in lotta per allontanarsi il più possibile dalla zona retrocessione – guidata da Daniele De Rossi, che nell’ultima giornata del campionato di Serie B, ha incassato il Ko casalingo maturato contro il Pisa.

Senza subire tiri in porta dell’avversario, a decidere la gara è stato uno sfortunato autogol di Gagliolo, con il portiere ospite Alfonso, protagonista nel dire no ai tentativi caparbi dei padroni di casa, che avrebbero meritato il pareggio.

Le scelte

Inzaghi, senza Pierozzi squalificato, Cionek, Galabinov e Obi, davanti a Colombi ha schierato Bouah, al debutto. A completare il reparto difensivo, Gagliolo, Di Chiara e Camporese. In mezzo al campo Fabbian coadiuvato da Majer ed Hernani, con il reparto offensivo, composto da Ménez, Rivas e la sorpresa Ricci. Panchina per il neo arrivato Contini e Canotto.

Senza Meccariello, Tripaldelli, Murgia, Proia e Moncini, De Rossi, ha scelto Alfonso tra i pali, con il blocco arretrato composto da Peda, Varnier e Dalle Mura. Sulla trequarti invece Prati e Valzania, con Dickmann e Celia sulle fasce. Zanellato e Maistro alle spalle di Rabbi unica punta.

La partita

Dopo il minuto di raccoglimento per la scomparsa di Gianluca Vialli, amaranto subito aggressivi e decisi nel tenere gli ospiti a ridosso della loro area di rigore. Al duplice fischio del sig. Perenzoni, è venuta fuori una frazione tutto sommato equilibrata.

La prima occasione del match per i padroni di casa, è arrivata su un cross di Bouah, con Fabbian pronto a svettare di testa, costringendo Alfonso ad un vero miracolo.

Poco dopo la mezz’ora, protagonista ancora l’estremo difensore spallino, chiamato ad alzare in angolo un sinistro velenoso di Ménez. L’ undici di casa, nonostante sia stato più propositivo in fase offensiva, non è riuscito a concretizzare le occasioni da gol create, finendo per chiudere con il risultato ad occhiali la frazione.

Protagonista Alfonso

Nella ripresa, gli ospiti si sono fatti vedere in avanti ma i momenti topici di una gara maschia e spigolosa, sono stati due:

Al minuto 60’ con la autorete su zuccata di Gagliolo che su corner di Prati, nel tentativo di anticipare Varnier, ha mandato la palla nella propria porta e al minuto 72’ quando il direttore di gara prima ha concesso un calcio di rigore per fallo di Dickmann su Canotto, cancellato, dopo essere stato richiamato alla Var.

Ménez e compagni, hanno attaccato a testa bassa nel tentativo di pareggiare trovando sulla loro strada il portiere ospite, che in giornata di grazia ha salvato in più occasioni la sua porta, prima opponendosi ad un preciso colpo di testa di Canotto entrato in corso d’opera al posto di Ricci, poi respingendo con i pugni una punizione di Hernani, ancora su un colpo di testa Santander subentrato a Fabbian ed incredibilmente, su un tiro a botta sicura di Loiacono.

Occasione sprecata

Una Reggina sfortunata, ha sprecato una grande occasione in zona promozione, continuando il suo digiuno casalingo. Il successo interno, manca infatti dalla gara contro il Genoa, poi tra le mura amiche, due pareggi e due sconfitte.

Ora toccherà ad Inzaghi capire i motivi di questo scivolone, cercando i dovuti correttivi per far sì che si possano scardinare le maglie sempre più strette delle difese avversarie, mentre la società dovrà guardare con molta attenzione al mercato e fare le opportune valutazioni.

Il tabellino

REGGINA-SPAL 0-1  Marcatori: 65′ aut. Gagliolo (S).

Reggina (4-3-3): Colombi; Bouah (78′ Cicerelli), Camporese (85′ Loiacono), Gagliolo, Di Chiara; Fabbian (78′ Santander), Majer, Hernani; Ricci (62′ Canotto), Ménez, Rivas (85′ Gori). In panchina: Aglietti, Contini, Giraudo, Liotti, Paura, Crisetig, Lombardi. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Spal (3-4-2-1): Alfonso; Peda, Varnier (79′ Arena), Dalle Mura; Dickmann (79′ Fiordaliso), Zanellato, Prati (73′ Rauti), Celia; Maistro (79′ Zuculini), Valzania; Rabbi (62′ La Mantia). In panchina: Pomini, Finotto, Almici, Oulam, Tunjov, Deme, Imputato. Allenatore: Daniele De Rossi.

Direttore di gara: Daniele Perenzoni di Rovereto. Assistenti: Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia e Tiziana Trasciatti di Foligno. IV ufficiale: Enrico Gigliotti di Cosenza. VAR: Marco Serrra di Torino. A-VAR: Mattia Scarpa di Reggio Emilia.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.