Basket, Invicta–Liomatic Viola 79–74

Basket, Invicta–Liomatic Viola 79–74

team basket viola

Team Basket Viola

di Giuseppe Dattola

Invicta Potenza – Liomatic Viola Reggio Calabria: 79 – 74
( 18-20  /38 – 44/ 59 – 63)

Potenza: Di Pierro 12, Castoro 13, VEnturelli 21, Malpede 6, Bruno 8, Falcone n.e., Filloy 13, De Angelis n.e., Onetto 8, Blardone n.e. All. Russo

Reggio Calabria: Lorenzetti 8, De Marco, Dalfini 8, Grasso 4, Mobilia 9, Viglianisi n.e., De Gregori 4, Ruggeri 11, Cavalieri 19, Crucitti n.e. All. Fantozzi

ARBITRI: CRESCENZO E BELFIORE DI ROMA.

Settima giornata del campionato di Serie B Dilettanti con la Viola che era di scena Melfi. La compagine neroarancio torna a casa con la prima sconfitta stagionale. I ragazzi di coach Fantozzi pagano un quarto periodo in cui hanno concesso libero spazio alle iniziative dei padroni di casa che hanno sfruttato a pieno il vantaggio del fattore campo. I reggini hanno provato a reagire, ma, alla fine, anche per qualche fischio troppo casalingo è Melfi a festeggiare la terza vittoria del suo campionato.

La settimana non comincia nel migliore dei modi per i reggini che perdono in corso d’opera Andrea Padova e Zampogna. Il primo ha un problema muscolare che lo terrà lontano dai campi da gioco per circa un mese mentre il nativo di Palmi si è distorto una caviglia e non ha partecipato al viaggio di Melfi.  Si parte con il match in sostanziale equilibrio anche se è la Viola a provare qualche fuga ma i padroni di casa con Venturelli e Di Pierro tangono botta e non lasciano scappare la compagine dello strett che comunque chiude il primo tempo sopra di sei punti.

L’inerzia è sempre in mano della Viola anche nel terzo periodo. Lorenzetti è incisivo dalla panchina e Cavalieri è in ottima serata anche se l’ex Patti soffre un po’ quando deve portare palla data la già citata assenza di Zampogna. Nell’ultimo quarto, Melfi alza la pressione in difesa e comincia a trovare con continuità la via del canestro; la Viola si blocca ed infatti coach Fantozzi deve chiamare un paio di time-out per fermare l’impeto dei suoi avversari. Si arriva agli ultimi giri di lancetta con la gara in mano ai ragazzi di coach Russo che non sbagliano quasi mai dalla lunetta e si portano a casa un successo d’oro. La Viola invece regista il primo stop stagionale e recrimina per le assenza e per un quarto periodo da dimenticare.

Sette gare dunque vanno in archivio ed adesso l’attenzione in casa Viola si sposta immediatamente al big-match previsto per domenica prossima. A Polistena , nell’ultimo incontro da disputare in campo neutro, Grasso e compagni riceveranno i rivali di Capo d’Orlando in una sfida che vedrà protagoniste le due principali favorite per il salto di categoria. La Viola spera di recuperare quanto meno Zampogna anche se non sarà facile averlo in campo dato che il suo problema alla caviglia è abbastanza serio. Intanto, la società neroarancio nei giorni scorsi ha comunicato che saranno organizzati due pullman gratuiti per consentire ai tifosi di Reggio di raggiungere Polistena. L’obiettivo è quello di avere degli spalti gremiti e creare un’atmosfera incandescente che possa caricare ulteriormente una Viola a caccia di un successo importantissimo.

La nuova dirigenza vuole avvicinare nuova gente alla realtà neroarancio ma non si dimentica dei vecchi supporter, quelli che hanno seguito la Viola in tutto il suo recente percorso, quelli che andavano a Trieste per seguire una squadra reduce da nove sconfitte consecutive. Quelli traditi in più di un’occasione e che adesso non vogliono più essere presi in giro. Nei giorni scorsi ci sono stati una serie di incontri con alcuni dirigenti che vorrebbero unire ai nuovi supporter, lo storico zoccolo duro del grande tifo neroarancio.

Infine, grande entusiasmo in casa Viola che ha mandato a Perugia Antonio Smorto. Il giovane talento reggino è stato convocato in un raduno della nazionale di categoria con Gaetano Gebbia supervisore del progetto. Smorto si è messo nuovamente in luce nel massimo contesto nazionale. La Viola vuole seguire i progressi di questo ragazzo e fargli sentire continuamente una presenza al suo fianco, proprio per questo è stato mandato in Umbria Giuseppe Polimeni, uno dei più qualificati istruttori dell’organigramma tecnico che ha fatto da chioccia all’esterno reggino in questa sua prestigiosa esperienza in nazionale.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!