Riganella

Riganella

eadv

Mettete in una ciotola l’uvetta già ammollata  e strizzata, le noci spezzettate, un filo d’olio e l’origano, mescolate tutto e mettete da parte. In un’altra ciotola capiente, versate il vino, l’olio, le uova, lo zucchero, il lievito, una presa di sale e mescolate; aggiungete tanta farina quanta ne assorbe il composto in modo da ottenere una pasta morbida. Staccatene un pezzo, tiratelo a sfoglia e sistematelo su una teglia da forno oleata a fare da base al dolce. Stendete il resto della pasta in una sfoglia, tagliatela a strisce di 10 cm circa di larghezza, riempite con il composto e formate dei cordoncini. Sistemate, i cordoncini preparati, sulla base di pasta nella teglia formando una spirale e facendo attenzione a mettere il lato di chiusura appoggiato alla base in modo che non si apra durante la cottura. Spennellate la riganella con un uovo sbattuto e mettetela a cuocere in forno caldo a 180° fino a quando non sarà dorata.

Ingredienti:

per la sfoglia: 4 uova, 1 bicchiere di vino liquoroso, 1 bicchiere di zucchero, 1 bustina di lievito per dolci;

per il ripieno: 200 g di gherigli di noci, 200 g di uvetta sultanina, 1 cucchiaino d’origano, 1 cucchiaio d’olio, farina e sale.

Curiosità: dolce tipico del rituale pasquale delle comunità albanesi ma anche delle comunità della Presila greca con la variante del nome lariganata. Si prepara tra il mercoledì e il venerdì della settimana Santa e va consumato solo dopo il mezzogiorno del sabato. E’ difficile individuare le origini storiche; sicuramente la forma a spirale richiama il concetto di rigenerazione ciclica della vita che si manifesta nel periodo pasquale.

Tags Ricette
Category Dolci, Ricette

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!