Rosarno, due arresti per detenzione ai fini di spaccio di droga

Rosarno, due arresti per detenzione ai fini di spaccio di droga

Proseguono i servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria nelle aree più sensibili della Provincia ed in modo particolare nella Piana di Gioia Tauro. Numerosi i controlli e le perquisizioni che hanno interessato il territorio della Compagnia di Gioia Tauro diretta dal Tenente Gabriele LOMBARDO che, nel weekend trascorso, al termine di un mirato servizio di polizia giudiziaria finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due persone di Rosarno per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

carabinieri rosarnoIn particolare nella giornata del 25 febbraio 2017, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando, diretta dal Mar. Ca. Francesco R. VADALÀ, in collaborazione con gli uomini della Tenenza di Rosarno, guidati sul posto dal Mar. Ord. Marco SCHIANO, in un servizio congiunto, hanno arrestato, in flagranza di reato, un 59enne noto alle forze di polizia e il nipote di 26 anni, poiché ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in quanto, a seguito di una prolungata perquisizione domiciliare nella loro abitazione in C.da Bosco di Rosarno, hanno rinvenuto nella loro disponibilità complessivamente circa 400 grammi di canapa indiana, suddivisa in diverse buste in cellophane ed abilmente occultate tra armadi e taniche custodite in un casolare ubicato nelle adiacenze dell’abitazione.

Le operazioni di perquisizione hanno consentito quindi ai militari di rinvenire non solo materiale vario per il confezionamento della sostanza stupefacente, certamente destinata ad essere immessa nel mercato della droga della Piana, ma anche ben 50 munizioni cal. 9 marca “FIOCCHI” nonché un fucile cal. 12 marca “FRANCHI”, il tutto illegalmente detenuto e quindi sottoposto a sequestro penale. Per la detenzione abusiva dell’arma e della munizioni è stato pertanto denunciato a piede libero all’A.G. competente il 59enne. 

Entrambi gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso le proprie abitazioni, in regime di arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo disposto dall’Autorità Giudiziaria di Palmi.

Dall’inizio dell’anno ad oggi i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro hanno arrestato complessivamente 51 persone, sequestrate 10 armi da fuoco (fucili e pistole), circa 1000 munizioni di vario calibro nonché circa chilogrammo di droga.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!