Reggio Calabria, Provincia presenta bilancio 2011

Reggio Calabria, Provincia presenta bilancio 2011

presentazione bilancio 2011

presentazione bilancio 2011

“E’ un vero e proprio paradosso, ma lo Stato, alla fine, punisce gli Enti più virtuosi. Quando c’è un certo livello di liquidità i trasferimenti ministeriali vengono bloccati”.  Lo ha evidenziato il Presidente della Provincia avv. Giuseppe Morabito aprendo, assieme alla Giunta da lui presieduta, ed al Presidente del Consiglio provinciale Giuseppe Giordano, la conferenza stampa per la presentazione del Bilancio di previsione dell’Ente per il 2011. “Anche quest’anno l’approvazione è avvenuta a gennaio, confermando il trend positivo dello scorso anno – ha ricordato Morabito che ha offerto ai giornalisti presenti una dettagliata relazione sul documento contabile “che è stato approvato, a maggioranza da 18 consiglieri, ed ha ricevuto tre soli voti contrari. Un Bilancio – ha spiegato il Presidente Morabito – che risente della consistente riduzione di trasferimenti statali agli Enti locali. Per quest’anno – ha precisato – ammonteranno a circa 30 mln e 487 mila euro, con un taglio del 22% rispetto allo scorso anno. E non si tratta dell’unico taglio, considerando anche la riduzione delle entrate tributarie, gran parte delle quali condizionate dall’andamento dell’economia”. Il Presidente Morabito ha fatto riferimento all’addizionale sul consumo di energia elettrica, fissata anche per il 2011 a 0,0093 € per mille Kwh, all’imposta provinciale di trascrizione Ipt, all’imposta sulla resposponsabilità civile auto, alla compartecipazione dell’Irpef (per il 2011 pari a 5.379.704 euro con una riduzione di circa 1.600.941 euro per effetto dei tagli ministeriali decisi con la manovra estiva 2010).

“Tutto questo ci ha costretto a definire il ridimensionamento del programma annuale e triennale delle opere pubbliche. Solo nel settore della viabilità si passerà quest’anno da una disponibilità iniziale di 18 mln di euro a 14 mln di euro. Un ridimensionamento – ha ancora detto il Presidente – che in questo inizio d’anno sarà poco avvertito perché stiamo per avviare una serie di opere già programmate per il 2010.  Grazie agli avanzi di amministrazione, ed ai risparmi conseguiti in questi anni abbiamo potuto dare risposte in occasioni di tre grandi eventi alluvionali che hanno colpito tra il 2008 ed il 2010 il territorio provinciale. Per esempio – ha ricordato il Presidente Morabito – per l’alluvione che ha colpito Gioia Tauro, i contributi allogiativi disposti a favore delle famiglie costrette ad abbandonare le proprie case, sono stati il risultato di nostre disponibilità finanziarie. E siamo ancora in attesa di finanziamenti promessi da Governo e Regione per circa 40/50 mln di euro”.

Altro aspetto evidenziato dal Presidente Morabito nella sua relazione, la riduzione, nel corso del 2010 della cosidetta liquidità di cassa. “Disponevamo di un fondo cassa di circa 160 mln di euro, che si è ridotto a 110. Circa 50 mln che sono serviti per affrontare questioni che riguardano la viabilità, la difesa delle coste e l’edilizia scolastica”.

Un ultima considerazione Morabito, l’ha dedicata al cosidetto “patto di stabilità” secondo il quale gli Enti non possono superare un certo livello di spesa, anche in presenza di liquidità disponibile.   Una circostanza che l’Anci, l’associazione nazionale dei comuni italiani – ha ricordato il Presidente della Provincia – ha segnalato al Governo affinché renda più ”flessibile” questo parametro, che consentirebbe di liberare risorse, per esempio, nel settore delle opere pubbliche”.

Dopo il Presidente Morabito sono brevemente intervenuti i componenti l’intera giunta per i quali l’ultimo Bilancio di questo mandato rappresenta la conclusione di un percorso positivo avviato da questa amministrazione, fin dall’inizio del proprio mandato, che ha dovuto fronteggiare, nel primo anno di gestione, i limiti imposti dallo sforamento del patto di stabilià determinato dalla precedente amministrazione. Mentre sono sotto gli occhi di tutti i risultati e la chiarezza portata avanti dalla gestione Morabito.

Infine il Presidente del Consiglio provinciale Giuseppe Giordano che nel ricordare che il Consiglio ha lavorato in massima parte in ”prima convocazione”  ha annunciato che presto sarà approvato il Bilancio sociale “ che rappresenta, in sé – ha detto –  anche il Bilancio di questo mandato elettorale”. Tra le iniziative annunciate da Giordano quella della creazione anche in provincia di Reggio Calabria di una “smile house”, “una idea del  dr. Domenico Scopelliti – ha spiegato – con la quale, al pari di altre regioni italiane, sarà realizzata una struttura di eccellenza per la diagnosi e la cura delle malformazioni cranio-maxillo-facciali, ma anche un luogo dove svolgere attività di ricerca scientifica sulle nuove tecnologie chirurgiche e sulla genetica che determina questo tipo di malformazioni”.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!