“Operazione Reale 3”, Zappalà resta in carcere e Manti torna il libertà

“Operazione Reale 3”, Zappalà resta in carcere e Manti torna il libertà

eadv

Primi verdetti dopo i ricorsi presentati dai legali delle persone arrestate nell’ambito dell'”Operazione Reale 3″, scaturita dopo intercettazioni e videoriprese captate all’interno della casa del boss Giuseppe Pelle, a Bovalino, per voti di scambio durante le ultime elezioni regionali.

santi_zappalà

Infatti, il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria ha annullato la parte di ordinanza con cui la Dda contestava al consigliere regionale Santi Zappalà il concorso esterno in associazione mafiosa. L’esponente del Pdl, ex sindaco di Bagnara Calabra. Secondo l’ipotesi investigativa, infatti, Zappalà avrebbe stretto un rapporto di complicità con la cosca Pelle della Locride, al fine di trionfare nelle consultazioni regionali dello scorso marzo, in cui il centrodestra di Giuseppe Scopelliti stravinse sulla coalizione di centrosinistra, che appoggiava il Governatore uscente Agazio Loiero. Resta in piedi, però, l’accusa di voto di scambio, aggravato dalle modalità mafiose.

Un’accusa che non consente a Zappalà di ritornare libero: il Tribunale del Riesame, infatti, ha confermato la custodia cautelare in carcere nei confronti dell’esponente del Pdl.

antonio manti

In libertà, invece, Antonio Manti, Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Attilio Parrelli e Maurizio Punturieri ed ha scarcerato Manti. All’inizio del 2011, Manti ebbe un momento di sconforto tanto da tentare il suicidio. Per fortuna intervennero i suoi ex compagni ci cella e gli agenti della polizia penitenziaria ed evitarono il peggio.

Nonostante le pesanti accuse nei suoi confronti, associazione a delinquere di stampo mafioso, i suoi legali Punturieri e Parrelli avrebbero notato degli errori di trascrizione nelle intercettazioni alla base del provvedimento di custodia cautelare in carcere. Inoltre, la circostanza che lo stesso Manti ha ricevuto appena 25 voti alle elezioni dimostrerebbe, secondo i legali difensivi, come non ci sia stato alcun intervento di supporto da parte della cosca Pelle.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!