Gioia Tauro (RC), segnalazione disservizio. Problemi di igiene e sanità per la popolazione

Questo post é stato letto 22880 volte!

Segue la segnalazione del sindaco di Gioia Tauro, Renato Bellofiore indirizzata all’Ufficio del Commissario Delegato per l’Emergenza Ambientale nel Territorio della Regione Calabria, in merito al  mancato scarico di rifiuti solidi urbani presso l’impianto di Veolia Gioia Tauro:

Il sottoscritto avv. Renato Bellofiore, in qualità di Sindaco pro tempore dell’intestato Comune, premesso:

–          che l’impossibilità di conferire i rifiuti solidi urbani presso l’impianto di incenerimento di Gioia Tauro crea continui disagi oltre che arrecare problemi di igiene e salute pubblica;

–          che tali inconvenienti oggi si presentano con frequenza ormai giornaliera e che determinano una emergenza pressoché continua;

–          che il fermo dell’impianto provoca l’accumulo di rifiuti nei cassonetti e nelle strade della città per circa 20/25 tonnellate al giorno e che il loro smaltimento diventa difficoltoso a causa dell’impossibilità, da parte dell’impianto, di accettare quantità giornaliere che superano le le predette tonnellate;

–          che con nota del 14 febbraio 2011 prot. Tec/439-11/NLF, la società Veolia annunciava testualmente che: “da mercoledì 16 p.v., in assenza di specifiche ordinanze che impongano a Tec di accettare tutti i rifiuti dei Comuni conferitori, saremo costretti ad accettare solo le quantità massime giornaliere di 129 ton/giorno ;

–          che a causa della predetta nota diffusa da Veolia e, soprattutto, a causa dell’inattività cronica della discarica di Pianopoli si è nella impossibilità di conferire i rifiuti di Gioia Tauro presso tale impianto e di conseguenza di effettuare la raccolta;

–          che i rifiuti per tale ragione  giacciono per terra ormai da parecchi giorni creando delle micro discariche con le inevitabili ed immaginabili conseguenza sanitarie e di ordine pubblico.

Tanto premesso,

così come nota già trasmessa dal sottoscritto in data 15.02.2001 prot. 4197 e rimasta senza risposta, si richiede a codesto Ufficio del Commissario per l’emergenza rifiuti di voler predisporre tutte le misure idonee per mettere questo Comune nelle condizioni di poter effettuare la raccolta e, quindi, il conferimento dei rifiuti. Invero, in alternativa si chiede in emergenza di essere autorizzati al conferimento presso altro sito diverso da Tec/Veolia, idoneo per la totalità dei rifiuti prodotti giornalmente dal nostro Comune oltre a quelli giacenti in strada.

Si attende urgente riscontro.

Questo post é stato letto 22880 volte!

Author: Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *