Gerace (Rc), anziano ucciso dal monossido. Grave la moglie

Vincenzo Spagnolo, 83 anni, é stato trovato morto nella sua abitazione a Gerace in Calabria ucciso dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate da un braciere. La moglie di Spagnolo, Caterina Condò, 87 anni, é stata soccorsa ancora in vita ed é ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’Ospedale di Locri.

La coppia di anziani, che vivevano da soli in una piccola abitazione nel centro storico del paese, si era chiusa in casa nella serata di ieri e, per difendersi dal freddo, aveva acceso il braciere.  Sono stati i carabinieri della Comagnia di Locri a trovare il corpo dell’uomo e a soccorrere la donna, che priva di sensi. Importanti le segnalazioni dei vicini dei due coniugi che non li avevano visti la sera prima. Si è reso necessario forzare la porta di ingresso per entrare dentro l’abitazione.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!