Peggiora l’export commerciale della provincia di Reggio Calabria

export dati camera di commercio RC

Questo post é stato letto 23410 volte!

Perdura lo stato di affanno delle imprese reggine nelle relazioni commerciali con l’estero.

Anche nel 2013, infatti, il valore complessivamente esportato dalla provincia di Reggio Calabria ha continuato a ridursi.

Più nello specifico, tra giugno e settembre 2013, seguendo gli ultimi dati resi a disposizione dall’Istat, l’export reggino è stato di appena 24,2 milioni di euro, ossia 4,5 milioni in meno rispetto al trimestre precedente, con una riduzione percentuale pari addirittura a -15,7%, notevolmente più grave rispetto alle contrazioni registrate sul fronte regionale e nazionale (rispettivamente, -4,7% e -4,8%).

“La vendita all’estero, per le molte delle nostre aziende esportatrici, è ancora limitata e spesso occasionale” – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, dr. Lucio Dattola. “E’ ancor più necessario sostenere coloro che hanno accesso ai mercati esteri e far si che sempre più imprese riescano ad intercettare questa notevole opportunità. Solo così possiamo sperare di agganciare la ripresa economica prevista per il 2014. Il sistema imprenditoriale reggino non può più attendere”.

Contrariamente alle esportazioni, la dinamica delle importazioni ha registrato nel terzo trimestre 2013 una significativa crescita, pari a ben 6 milioni di euro rispetto al trimestre precedente, e oltre 4 milioni sul terzo trimestre del 2012. Di conseguenza, si amplia il deficit di bilancia commerciale tra export e import delle imprese, ormai giunto a 16 milioni di euro. Un valore così basso non si rilevava dal primo trimestre del 2009, quando gli effetti della crisi internazionale iniziarono a dare segnali diffusi, sintetizzabili in un disavanzo allora pari a 34 milioni.

Sul fronte settoriale, si conferma il ruolo quasi esclusivo esercitato dalla trasformazione alimentare (10,4 milioni di export tra giugno e settembre 2013) e dalla chimica (10,7 milioni). Si tratta di valori, quelli sperimentati da questi due settori, che purtroppo registrano una netta contrazione rispetto al precedente trimestre (pari rispettivamente a circa – 3 milioni di euro e -1,5 milioni). Ugualmente sconfortanti sono i dati se confrontiamo l’export di questi due settori con il periodo giugno-settembre 2012 (rispettivamente circa – 1 milione di euro e -1,5 milioni).

In termini geografici, l’analisi complessiva dei primi tre trimestri del 2013 evidenzia che l’export assorbito dai Paesi comunitari ancora oggi incide per il 56,2% del totale delle vendite all’estero. Segue come bacino di sbocco il mercato dell’America settentrionale, che ai primi nove mesi del 2013 incide sull’export reggino per una quota pari al 13,3%, in ribasso rispetto al 14,5% dei primi nove mesi del 2012.

I dati complessivi sui flussi commerciali con l’estero sono scaricabili dal sito della Camera di Commercio – Sezione Pubblicazioni – Informazione Economica Newsletter trimestrale:
http://www.rc.camcom.gov.it/P42A763C195S193/Informazione-Economica-Newsletter-trimestrale.htm

Questo post é stato letto 23410 volte!

Author: Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *