Dissesto idrogeologico in Calabria, prosegue l’attività di monitoraggio dell’Anpana Gepa

Dissesto idrogeologico in Calabria, prosegue l’attività di monitoraggio dell’Anpana Gepa

Foto dissesto idrogeologico

Prosegue l’ondata di maltempo che a fasi alternate imperversa sulla provincia reggina ormai dal mese di Settembre aggravando il già pesante fenomeno del dissesto idro geologico, e prosegue di pari passo l’opera dell’Anpana Gepa  di Condofuri impegnata in attività di pronto intervento e prevenzione del rischio.

“Dopo numerose segnalazioni di frane e dissesti in diverse zone del territorio, giunte da località o nuclei abitativi internei delle aree appartenenti ai Comuni di San Lorenzo, Condofuri e Bova Marina – si legge in una nota – in merito alle continue condizioni meteorologiche avverse che si sono verificate nei giorni scorsi e che si prevede secondo le previsioni che si avranno nelle prossime 48 ore, i Sindaci di Bova Marina e di San Lorenzo hanno ritenuto di richiedere l’intervento della Protezione Civile attraverso la Sala Operativa Regionale per prevenire e monitorare le aree a rischio e poter così intervenire in maniera tempestiva in caso di situazioni di grave rischio di dissesto idrogeologico.

La Sala Operativa Regionale di Protezione Civile di Catanzaro ha immediatamente allertato l’Associazione A.N.P.A.N.A. G.E.P.A. (Onlus) il quale Comando Nazionale ha sede a Condofuri, e quello Operativo presso il Centro COM 18 sito a Bova Marina. L’associazione – prosegue la nota – è autorizzata a coordinare, gli operatori ritenuti sia tecnicamente che a livello operativo in grado di far fronte alle varie problematiche che possono insorgere in questi particolari momenti, si sono resi subito reperibili e con servizio H24 stanno monitorando il territorio. Infatti subito ci sono stati i primi interventi, a causa dei continui smottamenti lungo le strade interne, dovuti alle incessanti piogge.

In particolare – continua la nota – tra le situazioni più critiche si segnala quella di contrada San Pantaleone nel Comune di San Lorenzo, dove lungo la strada insistono diversi smottamenti e addirittura il cedimento strutturale di una parte della corsia di marcia. Anche nel Comune di Condofuri in località Mangani, si sono verificati diversi cedimenti delle reti di protezione lungo i costoni adiacenti alla strada che hanno causato riversamenti di cumuli composti da detriti e rocce, ingombrando in varie parti la carreggiata stradale. Lungo la strada nuova che collega Bova Marina a Bova, e precisamente nel tratto dove già in precedenza si erano verificati diversi cedimenti del manto stradale con i relativi ripristini, anche in questa occasione si sono ripetuti nuovamente dei cedimenti in maniera più accentuata, fino a pensare di deciderne la probabile chiusura della stessa. La rimozione del materiale ad opera dell’Anpana Gepa con la continua vigilanza dell’area si è protratta la scorsa sera fino a tarda notte, in modo da poter salvaguardare il transito nei due sensi di marcia, si è provveduto inoltre ad evidenziare con nostri segnaletici le aree interessate.

Sempre in nottata altri eventi simili sono stati riscontrati sia nella strada che conduce a Gallicianò, nonché lungo la Provinciale per Condofuri centro. Visto il perdurare delle avverse condizioni meteo anche per i prossimi giorni – conclude la nota – gli operatori continuano anche in queste ore l’opera di  monitoraggio delle aree ritenute più a rischio”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!