Bagaladi (Rc), la lettera della famiglia Russo

Bagaladi (Rc), la lettera della famiglia Russo

Riceviamo e pubblichiamo:

“In questo momento è il nostro cuore a parlare. Distrutto ed ancora incredulo per ciò che si è abbattuto sulla nostra famiglia, il nostro cuore vuole sapere la verità.

Nino non tornerà più a casa e noi vogliamo sapere la vera ragione. Non accettiamo, come è stato detto, che ci sono motivi passionali alla base del litigio che poi è sfociato in tragedia. Nino aveva la sua vita sentimentale, stava con una ragazza che amava e che ricambiava il suo amore. Lo ricambiava a tal punto da essere al nostro fianco in questi giorni prima, durante e dopo i funerali di Nino.

Se di gelosia si è trattato, era una gelosia “personale” nei confronti di Nino, nei confronti del suo modo di essere. E non certo per la contesa di un’amicizia o la vicinanza ad un’altra ragazza.

Un gesto simile richiede motivazioni più forti e noi, come genitori, vogliamo sapere.

La giustizia farà il suo corso e noi non ci difenderemo perché nostro figlio non ce lo restituirà nessuno. Ma quello che in questo momento ci preme, oltre a smentire le voci sulla vita privata di nostro figlio, che come detto era fidanzato ed amava la sua ragazza, è lanciare un messaggio a tutti, soprattutto ai più giovani: c’è sempre tempo e modo per chiarire i diverbi, qualunque sia il motivo del contendere.”

Famiglia Russo

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments

2 Comments

  1. Maria Delfino
    Agosto 21, 14:07 #1 Maria Delfino

    Tutta la mia vicinanza e la mia solidarietà a questi grandi genitori che nonostante un dolore così grande, profondo ed incolmabile hanno saputo reagire con grande dignità ed esempio…. l’amore è una grande forza che nemmeno la morte può abbattere……. prendiamo esempio…

  2. Angelo Ferraro
    Agosto 21, 11:36 #2 Angelo Ferraro

    Da direttore di un Centro di Ricerca (il Monoriti) quotidianamente impegnato, assieme a centinaia di giovani, in una incessante opera di diffusione della cultura della legalità e della solidarietà, e da ricercatore universitario costantemente dedito allo studio dei diritti dell’uomo, sento di voler esprimere tutta la mia vicinanza e la mia gratitudine ad una famiglia (che non conosco personalmente) capace, in un momento di così intenso dolore, di trasformare la rabbia in speranza e di concedere una simile lezione di vita ai più giovani (e non solo).