Area Grecanica, la situazione politica in vista delle prossime elezioni provinciali

Tito Nastasi

di Francesco Iriti (pubblicato su Calabria Ora)

Chi si candiderà nell’area grecanica alle prossime elezioni provinciali? Siamo ormai alle battute finali per il toto consigliere in seno alle varie coalizioni e che nel prossimo mese di maggio vedranno l’elezioni delle nuove componenti politiche che succederanno al mandato Morabito. Molte le voci che, naturalmente, si susseguono in questi giorni e che vedono appartenenti alle amministrazioni comunali, consiglieri provinciali uscenti e “nuove” figure contendersi la possibilità di “scendere in campo”.

Fermo restando che sono in pochi ancora ad esporsi in prima persona, e considerando che si tratta in molti casi soltanto di rumors che aspettano conferma, ecco scaturire un primo quadro sull’andamento del collegio che comprende, tra gli altri, Montebello Jonico, Melito Porto Salvo e i paesi presenti lungo la Vallata Tuccio.

Iniziamo con gli uscenti alla provincia. Uno dei nodi da sciogliere riguarda l’attuale vice presidente Gesualdo Costantino eletto in qualità di “esterno” anche in virtù dell’asse Costantino-Nino Romeo, consigliere provinciale. Le ultime vicissitudini nel comune melitese, che hanno portato il sindaco Iaria a revocare la nomina di assessore alle politiche sociali a Lucrezia Romeo, figlia di Nino, a favore di un altro esponente della maggioranza, sembrano aver posto la parola fine a questo legame politico. Costantino e Romeo si candideranno lo stesso e, in caso affermativo, in qualche partito?

Situazione anomala anche quella di Bernardo Russo che, secondo quanto affermato da lui stesso tempo addietro, si candiderà anche nel collegio che va da Condofuri e si estende sulla jonica. Scelta azzeccata? Russo è in quota Pd anche se in questo caso la sua situazione potrebbe dipendere dalla scelta, ancora non è stata sciolta la riserva, di una new entry. Stiamo parlando di Pasquale Sapone, sindaco di San Lorenzo, che sicuramente non si candiderebbe nella stessa lista di Russo, suo antagonista a livello comunale.

Rimanendo in tema di amministrazione comunale melitese, è sicura la candidatura di Giuseppe Meduri, consigliere di maggioranza, nelle fila del centro destra. Il Pdl, invece, avrebbe già scelto Antonino Zappia. Nei giorni scorsi, infatti, lo stesso consigliere di minoranza di Melito Porto Salvo, insieme a Rappocciolo ed al presidente del consiglio comunale Benedetto hanno aderito al partito.

Altre due novità saranno rappresentate da due giovani. Tito Nastati, assessore al personale sempre sotto la gestione Iaria, è in quota Sel e la sua “scesa in campo” è data per certa. Resta da capire, invece, quali saranno le mosse di Domenico Marcianò, che non ha rinnovato ultimamente la sua tessera di appartenenza al Pd e per lui potrebbero aprirsi le porte del Terzo Polo.

Sempre da Melito uscirà un candidato per quanto concerne l’Udc. Tutti gli indizi portano al momento a Domenico Zavettieri, marito dell’assessore alla cultura Concetta Sinicropi. In questo caso si tratta di notizie trapelate dai bene informati. Antonino Minniti, invece, concorrerà con l’Idv come testimoniato anche dal fatto che qualche giorno fa sui media ha fatto un’ampia panoramica della situazione del sociale nell’area grecanica.

Spostando l’attenzione nei comuni vicini, si parla di Lorenzo Stillitano, ex sindaco di Roghudi e di Loris Maria Nisi, ex sindaco di Montebello Jonico, attualmente in seno alla minoranza in consiglio comunale. C’è da dire che in ogni tornata elettorale provinciale si parla di Nisi come papabile candidato senza che poi il diretto interessato scelga questa via politica. Riportiamo le “voci” per onore di cronaca. Quasi sicura, invece, la scelta di Giuseppe Gullì, che aveva deciso di non concorrere alle ultime elezioni comunali nello stesso comune. Un altro nome potrebbe scaturire da Leo Autelitano e dal partito “Movimento per l’Autonomia del Sud” con lo stesso presidente dell’Ente Parco che, comunque, dovrebbe optare per l’altro collegio.

1 thought on “Area Grecanica, la situazione politica in vista delle prossime elezioni provinciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *